L’eterna lotta

La mia Signora è cenere.

La furia di Achille Toretti è sempre terrificante, ma quando è rivolta contro qualcuno a cui in qualche modo tenevi, può pietrificarti lì sul posto in cui ti trovi. Ho avuto per un lungissimo attimo il terrore di essere la prossima vittima.

Per fortuna Sua Maestà gli ha dato modo di sfogare la sua furia omicida. Non sarebbe stato assurdo se avesse deciso di eradicare totalmente la linea di sangue.

L’attacco che portò per vendetta quando il Sabbat aveva osato infiltrarsi nei suoi domini fu nulla rispetto all’assalto che aveva ordinato per ristabilire l’ordine nei territori che erano stati del Sabbat e che rischiavano di cadere in mano anarchica.

A causa anche di quella che era stata mio Sire.

Tutto ciò che mi aveva insegnato lei, la mia Signora, non avrebbe mai potuto preparare al mondo che mi si è rivelato nelle ultime notti.

Forse sono troppo giovane per comprendere come sia possibile rischiare così tanto per avere potere e influenza, quando già si possono influenzare i destini di centinaia di migliaia di persone e si è guardati con riverenza da un intero principato.

Il clan Ventrue è probabilmente il più influente nei territori di sua maestà Augusto de Julis, ed è a loro che Cecilia Colonna stava sottraendo risorse ed eliminando alleati, aiutata anche dalla fortunata concomitanza di eventi: nello stesso momento Licei aveva iniziato a cedere totalmente alla sua follia e le frequentazioni inopportune di De Neri iniziavano a diventare palesi. Quando però quest’ultimo le aveva rivelato, chissà in cambio di cosa, la situazione in cui si trovava Sua Maestà si era sentita troppo al sicuro. Grimani non era diventato primogenito per nulla.

La Camarilla aveva comunque archiviato l’ennesima lotta interna e aveva dimostrato di saper essere bestiale e brutale quanto e più del Sabbat. Le cronache riporterannno solo di nuovi territori sotto l’influenza della Torre d’Avorio, dubito che al come ci si sia arrivati verrà data altrettanta importanza.

Probabilmente solo per l’antica amicizia tra lui e il Principe, i nuovi territori sono Dominio di De Neri. Ho avuto il permesso di stabilirmici ed è stata la mia fortuna per ora: non vorrei dover affrontare qualche Fratello troppo zelante.

Sembra che gli utlimi, tumultuosi, mesi siano ormai archiviati, ma qualcuno, nella notte, sussurra come i Domini di De Neri siano abbastanza vasti da farne un principato…

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *