Alba di Cthulhu: Il Cervello nel Lavel- no no no, si era detto "I Venti Passi"!

Un Ghoul e due Mi-Go si incontrano per aprire un’agenzia investigativa.

Non è l’inizio di una barzelletta, ma considerato che il nome dell’agenzia è stato “Il Cervello nel Lavello” per più di venti minuti e solo poco prima dell’apertura è stato cambiato in “I Venti Passi“, direi che tutto sommato poco ci manca. O poco ci è mancato.

Beh, conoscendo gli agenti, direi che poco ci manca tutt’ora.

 

 

 

Finalmente a casa

Gli agenti entrano per la prima volta nella loro agenzia: Tlaxtla, Mi-Go rianimatore; Tefutt, Ghoul gangster; Klaklutz, Mi-Go Detective privato. Il fatto che un Mi-Go fosse il più convinto della squadra a credere davvero nel lavoro di detective privato (almeno apparentemente, ora non esageriamo con queste affermazioni) la dice lunga, ma in fondo gli agenti sono appena entrati nella loro nuova agenzia! Ovvero una stanza spoglia con giusto un tavolo e due sedie, e un minuscolo bagno con un lavandino e una turca. Le stanze sembrano pulite, troppo pulite per i nostri sospettosi agenti, che perquisiscono l’ambiente da cima a fondo.

Tlaxtla: (check) Niente nella mia parte di sala.

Klaklutz: (check) Niente nemmeno nella mia.

Tefutt: (check) … Mi sono incastrato.

K: ? dove??

T: … Nella turca.

Tl: Nella TURCA? Come ci sei finito dentro???

 

Il Coinquilino

Dopo aver disincastrato Tefutt dalla turca, il gruppo parte alla ricerca di qualcosa con cui frugare dentro lo scarico, rifiutandosi di usare nuovamente mani e/o chele dato che:

  • Tefutt ha sentito qualcosa strisciargli sulla mano
  • In fondo infilare i propri arti nelle turche fa un po’ schifo

Dopo una rapida ricerca stranamente non pericolosa in alcuni cassonetti, gli agenti trovano (oltre che alcuni rottami utili al loro scopo di ravanamento negli scarichi) quello che sembra essere un grosso uovo gelatinoso gettato nei rifiuti e coperto dalla spazzatura. Tlaxtla ricorda un’immagine simile nello studio del Professor Berg, all’università di medicina di R’lyeh, così si decide di recuperare l’uovo e metterlo in umido nel lavandino dell’agenzia.

Nel mentre, ravanando nella turca, se ne tira fuori un parassita dentato di quasi un metro di lunghezza che durante una colluttazione addenta con gusto e divertimento le zampe di Tefutt.

Tlaxtla: Beh, tecnicamente aveva ragione lui Tefutt, tu gli hai sparato!

Tefutt: Ma vaffanculo!!

 

Il professore e il Tentacolobus

La corsa dal Professor Berg, docente nella facoltà di medicina e amico nonché contatto del nostro Tlaxtla, conferma i sospetti degli agenti: qualcuno sta trafficando “pezzi” di alcune particolari creature degli abissi.

Il sospetto dell’ipotetico utilizzo di queste parti come oggetti da rituali sembra essere confermata dalle evocazioni di creature nei quartieri disagiati che sembrano mirare esclusivamente Dagoniani e Ghoul, ma si decide di non investigare troppo.

Chiaramente, in tutto questo, il nostro eroico Tefutt è riuscito a farsi addentare dal Tentacolobus, ma fortunatamente è sceso prima di essere stato masticato per bene.

Klaklutz: Beh, palesemente sei il più saporito di tutti noi.

Tefutt: Ma vaffanculo!!

 

La criminalità organizzata e “Il Regno delle Due Sicilie”

La pista della criminalità organizzata sembra ormai essere sicura, e le tracce paiono portare in direzione di un locale chiamato “Il Regno delle Due Sicilie”. Ed è in questo contesto che il nostro eroico Tefutt ha presentato ufficiosamente al resto degli agenti il suo caro amico Gigi, tirapiedi per una piccola gang a una mezza dozzina di quartieri di distanza con cui Tefutt stesso mantiene dei buoni contatti.

Non sottovalutate Tefutt, e non sottovalutate Gigi.

Confidiamo che il Presidente li perdoni. Forse.

 

Tefutt & Gigi: la prima telefonata

Tefutt sta cercando notizie tra tutti i suoi contatti a proposito del gruppo criminale “Regno delle Due Sicilie”, e questo Gigi sembra sapere qualcosa ma non volerlo condividere.

Gigi: Tefutt, ricorda che chi indaga troppo va a indagare nell’oceano con le scarpe di cemento!!

Tefutt: Ah, è un riferimento alla merce che trattano?

G: … Tefutt, m’ero dimenticato che sei un cazzo di genio. NON FARE IL MIO NOME!! Se mi scoprono sono rovinato!!

T: Perchè, come ti chiami? 😉

G: Gigi!! … OH MERDA!!

 

Tefutt & Gigi: la seconda telefonata

Conti alla mano, si sopravvive al venerdì… Ma poteva andare meglio.

L’agenzia investigativa “I Venti Passi” ha realmente (insomma… più o meno) risolto il caso, e le loro azioni criminose non hanno lasciato testimoni (alias: nessun processo il venerdì). A questo punto il buon Tefutt richiama il suo amico di lunga data Gigi e gli racconta come sono andate le cose, compreso il grosso favore che hanno fatto al Boss della banda amica e che a breve cercheranno di far fruttare.

Gigi: TEFUTT!! Sei sempre il più grande stronzo di questa terra!!

Tefutt: E tu mi dai sempre delle belle notizie!

 

 

 

Per adesso l’agenzia investigativa “I Venti Passi” sopravvive… Ma una settimana è veloce a passare, e le scadenze incombono. Così come il Presidente su R’lyeh, ovviamente.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *