Tornei Cthulhu e Segreteria GDR: La Notte di Valpurga (e il delirio disorganizzativo della segreteria)

 

Salve, sono uno degli “Allegri Vegani“, vincitori del torneo Cthulhu Gdr organizzato da Torre Nera in occasione della fiera Play! di Modena.

 

Dirò giusto due o tre cose, senza dilungarmi troppo sulla mia esperienza al torneo.

La mia squadra era composta da 4 persone, me compreso. Il torneo ha avuto ben 23 squadre iscritte. Riuscendo a far ben 35 punti su 40 la nostra si è posizionata al primo posto nell’avventura giocata con il sistema “Il richiamo di Cthulhu”.

Le schede erano 4 PG pre-generati e vi era la possibilità di giocarli sia con il sistema “Il Richiamo di Cthulhu” che “Sulle Tracce di Cthulhu”.

Ambientazione dell’avventura: Germania nazista, durante il periodo dell’avanzata di potere di Hitler.

Il gruppo fa parte della Società Thule, ma essi in realtà la utilizzano come facciata per nascondere i loro riti in cui provano a mettersi in contatto con antiche creature…

 

Antefatto:

Dopo una serata passata a bere, ispirati, i PG provano a mettersi in contatto con queste creature e qualcosa va…

Il problema sono al loro risveglio poiché si trovano tutti legati, di fronte ad una squadra di SS che gli accusa che tra loro ci sia una spia (comunista) che ha ucciso un personaggio molto influente, braccio destro di Hitler stesso.

CHE PARANOIA… ma quanto sono simpy?

Ogni PG oltre al proprio background aveva sulla scheda scritto anche cosa ne pensa degli altri e le antipatie. Ovviamente tutto era fatto in modo tale che se A fosse stato simpatico B la cosa non sarebbe stata corrisposta ma anzi!

So che quella tua vocina sta premendo dicendo: PARANOIA, PARANOIA, PARANOIA ma NO! 

Il sunto che più sunto così sunto che più unto non si può!

Questo è stata l’avventura: scoprire chi fosse la spia, scoprire cosa avevamo realmente fatto quella sera, se il rituale fosse andato a buon fine, salvare la pellaccia, scoprire il comunista/spia, capire come facessimo a “staccare” le nostre coscienze dal corpo ma soprattutto

stai all’erta! Non fidarti di nessuno! Tieni pronto il tuo laser!

Tutti i PG erano basate su persone realmente esistite e riadattate all’ambientazione. L’avventura mi è piaciuta e siamo riusciti bene ad adattarci all’ambientazione e alla situazione.

 

E ora parliamo della Segreteria:

 

Se dovessi dare un voto da 1 a 10, darei un D4-3 per la facilità con cui hanno incasinato tutto.

Premettendo che volevamo iscriverci Alba di Cthulhu, all’inizio della presentazione dei PG e schede ci siamo accorti che Cthulhu, si c’era, ma non era ALBA ma Il Richiamo di Cthulhu/Sulle Tracce di Cthulhu.

Ora immaginate lo stupore di noi 3, che già pensavamo di giocare gangster e investigatori dell’orrore invece ci siamo trovati a giocare dei nazisti….

 

Purtroppo ho anche riscontrato altri problemi.

Appena la fiera è cominciata mi sono diretto a provare Mouse Guard poiché interessato al suo acquisto.

Premetto che sono andato a Modena solo per questo gioco.

Volevo provarlo prima di comprarlo, perché il prezzo non è per niente basso (70 euro, n.d.r.) e mi sono iscritto al primo gruppo!

La mia sessione è stata pessima: la master che veniva ogni 3per2 richiamata dall’organizzatore dei tavoli, dalla segreteria dello stand e dalla segreteria. Dopo circa un’ora di gioco ha dovuto concludere la sessione perché l’organizzatore dei tavoli ne aveva bisogno subito di uno libero e ha costretto il master ha dire “e trovate il drago ecc ecc”.

Risultato: una sessione dove avremo giocato 20 minuti consecutivi e nessun combattimento. Vi dico solo che non siamo riusciti neppure ad usare le carte….

Ovviamente non l’ho acquistato :/

 

Altra esperienza negativa:

Cronache di Populon, andando alla segreteria e chiedendo di provare questo gioco mi è stato detto che non c’era possibilità di provarlo perché non c’erano master né sessioni di prove.

Amareggiato (poiché volevo acquistarlo) ho continuato a girare e ho beccato il loro stand….

Stupito, ho chiesto come mai non facessero prove e sono stato guardato storto. Mi hanno riferito che la Domenica avrebbero fatto provare il loro gioco con 3/4 sessioni… Purtroppo a quel punto non potevo io perché mi ero iscritto al Torneo e così pure questo manuale non è stato comprato.

Magari è stata una svista, magari una disattenzione però alla fine della fiera io non sono riuscito a provare le Cronache di Populon….

 

Purtroppo la mia PRIMISSIMA esperienza al Modena Play! è stata “inquinata” dalla pessima gestione della segreteria.

 

Viaggiatore

 

 

 

Aggiungo un paio di paragrafi all’articolo di Viaggiatore dove espongo un nostro aneddoto sulla segreteria gdr in fiera e alcune semplici opinioni personali.

Un membro del nostro gruppo era interessato a comprare i manuali di Runequest VI edizione, così abbiamo fatto la stessa cosa che ha fatto viaggiatore: abbiamo chiesto se vi fossero partite di Runequest VI edizione per provarlo prima di acquistarlo.

La risposta è stata “Che cos’è Runequest?”. Inutile dire che non vi erano partite dimostrative (e questo lo capiamo, ci mancherebbe altro), e che il ragazzo interessato ha acquistato al buio il gioco. Che non vi siano partite dimostrative di un gioco è naturale, non pretendiamo che vi siano abbondanza di tavoli per TUTTI i giochi di ruolo esistenti, ci mancherebbe altro.

Sarebbe però opportuno che le persone dedite all’organizzazione dei tavoli da gioco abbiano più di un minimo grado di competenza nell’argomento relativo ai giochi che organizzano.

Proprio perché è impossibile trovare sempre e comunque il tavolo con il gioco che sto pensando, una persona competente dovrebbe essere in grado di suggerirmi un’alternativa valida in base alle sue disponibilità.

È chiaro che se io voglio giocare una sessione breve (1 ora) di Sulle Tracce di Cthulhu, e l’unico tavolo disponibile è quello per una sessione completa (4 ore) dell’Adventurers League di D&D, non c’è molto da fare. O cambio completamente prospettiva e organizzazione temporale e vado a giocare la Lega di D&D, o non gioco. Ma questo è un caso estremo, normalmente invece ci sono comunque più opzioni, e sarebbe opportuno essere in grado di presentarle a chi deve giocare (questo è proprio il minimo sindacale) e anche di suggerire qualcosa in caso di necessità o di richiesta di opinioni. E per suggerire qualcosa a proposito di un argomento, beh… Dovrei conoscere quello di cui sto parlando.

Da parte nostra noi abbiamo avuto questa esperienza bizzarra (una segreteria organizzativa di giochi di ruolo che non conosce Runequest?) e abbiamo provato sulla nostra pelle il fastidio dei continui richiami ai Master durante le sessioni, di cui persino uno dei nostri Master si è lamentato con noi nella giornata di domenica. Detto ciò, singolarmente diamo atto che non siano cose così gravi, in fondo non vi erano tavoli di Rolemaster e le nostre sessioni non sono state interrotte troppo. Interrotte si, ma non eccessivamente. Come ho appena detto, singolarmente non sono cose gravi. Fastidiose si, ma comprensibili nell’organizzazione di una fiera così grande.

Detto questo, se aggiungiamo l’esperienza di Viaggiatore (uno dei nostri collaboratori presente in fiera ma indipendente da noi, esattamente come Lirin, ognuno di loro ha visitato la fiera e si è gestito l’evento in maniera autonoma) allora le cose che non vanno cominciano ad essere un po’. Un po’ troppe raccogliendo qualche altra testimonianza dove pare non fossero conosciuti nemmeno i giochi messi nello stand a fianco della segreteria stessa…

So di aver detto cose banali, e se qualcuno le ha trovate tali posso capire lo stupore nel leggere tali banalità, ma da una segreteria che:

  • Scambia “Alba di Cthulhu” e relativo torneo con “Richiamo di Cthulhu” e relativo torneo (associazione Fantasika per il primo, associazione Torrenera per il secondo).
  • Non conosce Runequest
  • Afferma che non sia possibile giocare alle Cronache di Populon quando invece il buon Dario ha fatto diverse partite dimostrative
  • Stressa continuamente i Master/Narratori ai tavoli da gioco danneggiando la sessione e l’esperienza dei giocatori

Insomma…

In casi del genere, forse è meglio anche ribadire le banalità. Perché mi sa proprio che servono.

Chiudo facendo invece i complimenti alle varie associazioni per tutta la loro attività e per come sono state in grado di “tamponare” gli errori. In una fiera così grande e con così tanti tavoli da gioco è inevitabile che vi sia una segreteria centrale per l’organizzazione degli eventi, soprattutto per visitatori che arrivano per la prima volta alla fiera o che per la prima volta si lanciano nelle attività delle associazioni.

Anche per questo siamo rimasti così dispiaciuti per la pessima gestione della segreteria. Le offerte di gioco del Play! sono eccezionali, e abbiamo sia avuto di persona che ricevuto solo pareri più che positivi a proposito. È davvero un peccato che la segreteria centrale non sia stata all’altezza delle organizzazioni e di tutte le possibilità di gioco che hanno portato.

Lherian

 

 

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Ciao, grazie delle segnalazioni che sicuramente ci aiuteranno ad offrire un servizio migliore per l’edizione 2017. Riteniamo importantissima l’attività svolta dalla segreteria GdR (colgo l’occasione per ringraziare anche pubblicamente tutte le persone e le associazioni coinvolte) e cerchiamo, di anno in anno, di migliorare intervenendo sulle inevitabili criticità (la mole di attività proposte, tornei e uscite GdR a Play aumenta, per fortuna, di anno in anno, rendendo la gestione sempre più complessa) e rafforzando le eccellenze. Se siete interessati a segnalarci in maniera puntuale gli aspetti che ritenete migliorabili e/o a dare disponibilità (personale o come associazione) a partecipare all’area GdR di Play inviate un messaggio ad eventi@play-modena.it
    Buon gioco
    Liga

    • lherian ha detto:

      Ciao,
      grazie a te di aver risposto di persona (così come grazie a coloro con cui abbiamo parlato direttamente al Play).
      Anche noi reputiamo decisamente importante l’attività che deve svolgere la Segreteria, proprio in virtù delle vastissime offerte di gioco (novità, classici, demo, tornei, ecc…) e del ruolo così marcato (in senso positivo!) del Play nel contesto dei Gdr.
      È una bellissima cosa che i numeri siano in costante aumento così come le attività proposte, e come abbiamo scritto nel nostro articolo è anche per questo che siamo rimasti dispiaciuti per l’insoddisfacente gestione della segreteria di uno dei punti di forza della manifestazione.

      Ti ringrazio molto per la tua proposta, ci faremo sentire appena possibile.

      Buon gioco anche a te,
      e alla prossima.

      Arturo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *