D&D Random: Nani Barbari e monete di platino

 

“Ines, la cucina! Presto, accendi tutti i fuochi e fa portare bottiglie per tutti i liquori che abbiamo, almeno tre pezzi per tipo!”

“Accendere tutti i fuochi? Ma quante persone sono arrivate??”

“Solo un nano, ma deve essere ricchissimo! Mi ha mollato dodici pezzi di platino solo per avere un grosso tavolo tutto per se, e ha chiesto testualmente di voler essere SOMMERSO dal nostro cibo!”

“Quanto ti ha dato????”

“Dodici monete di platino, e sono autentiche! Questo tizio sarà la nostra fortuna, forza, cosa fai ancora li impalata!! Corri in cucina!!”

 

[…]

[…]

 

Distruttrice di Troll

Questa pesante ascia bipenne è stata forgiata dalle esperte mani dei nani, e le sue ricche decorazioni lo testimoniano. Il suo filo è stato temprato sulle incudini della Montagna di Ferro e sul campo di battaglia del Picco Innevato, difendendo molte volte con successo la rocca dagli attacchi dei troll di montagna. Quest’arma ha combattuto quelle creature così a lungo da aver assorbito una parte delle capacità di quei mostri.

Questa ascia bipenne +1 anatema dei troll conferisce al suo portatore una superiore capacità di recupero delle ferite, rendendolo automaticamente stabile quando i suoi punti ferita finiscono tra -1 e -10, e triplicando la sua normale velocità di recupero dei punti ferita.

Il suo portatore troverà impossibile sentirsi realmente sazio, e sentirà il bisogno di ragguardevoli dosi di cibo apparentemente sproporzionate alla sua stazza. Il personaggio consuma otto volte il normale fabbisogno di cibo e acqua per un individuo della sua taglia.

 

[…]

 

“E QUELLA VOLTA IN CUI SONO STATO ATTACCATO DA UNA VENTINA DI ORCHI? Ma è stata poca roba in realtà, non ho mai capito se fossero ubriachi di verdume, stupidi peggio di quanto lo sia naturalmente la loro specie o semplicemente INCAPACI, ma fatto sta che io mi sono ARRABBIATO e BANG, nemmeno il tempo di divertirmi che erano già tutti stecchiti. Te lo dico io, credimi: NON CI SONO PIU’ GLI ORCHI DI UNA VOLTA. Quando ero un giovane nano con la barba che arrivava a malapena fino al petto gli orchi erano tosti! Venti orchi sarebbero stati in grado di massacrare me o i miei compagni! Adesso più passa il tempo più sembrano dei completi incapaci.”

 

[…]

 

“Una pentola di porridge, cinque filoni di pane, un sacco di castagne e noci, tutta la minestra che avevamo in cucina, un intero capretto arrostito con patate, mele e carote, due sformati di cipolle, un intero pezzo di lardo, e sette pinte di birra scura.”

“Però ci ha pagato bene!”

“Decisamente! 12 pezzi di platino per il tavolo, 36 per la cena e 12 per i danni fatti quando nella rissa ha rotto le sedie sulla schiena di quel gruppo di elfi, ma pazienza.”

“Si sono fatti male?”

“Fai te, si sono rotte tutte! Ma con dodici monete di platino hai voglia a comprarne di nuove!!”

“? Ma tesoro parlavo degli elfi!”

“DEGLI ELFI?? Un nano ci lascia 600 monete d’oro per una cena di cui 120 per ripagare delle vecchie e pulciose sedie rotte sulla schiena degli elfi, e tu parlavi degli elfi?? INES A ME FOTTESEGA DEGLI ELFI, la rissa la hanno iniziata loro e i cazzi sono loro, a me interessa tutto quello che abbiamo guadagnato questa sera!”

“Tesoro tutte le volte che stai un po’ con dei nani diventi decisamente razzista verso gli elfi. Dovresti fare qualcosa per questo tuo problema.”

“Bla bla bla… Intanto adesso possiamo permetterci una bella messa a nuovo per la nostra Taverna, così possiamo servire il nostro cibo in un posto un po’ più decente. Ci fossero più nani come quello!!”

“Eeeeeh…”

 

 

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. vodacce ha detto:

    Questo articolo è un epic win 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *