West! – Personaggi e approcci di gioco

La maggior parte delle volte l’approccio che viene più spontaneo è quello tradizionale.

 

Per “tradizionale” ovviamente intendo quel misto di ironia e sarcasmo con un giusto grado di imprecazioni e offese linguistiche, ancora meglio se con un po’ di aggressività non verbale velata nella postura, nell’atteggiamento, nel modo di vestirsi o di presentarsi…

“Sto cercando un mezzo sigaro, con dietro la faccia di un gran figlio di cagna alto, biondo e che parla poco.”

 

La prima deviazione dall’approccio tradizionale è quella che aggiunge un riferimento affettuoso ad un qualche animale (eccezione fatta per i coyote). I preferiti sono ovviamente i cavalli data l’estrema importanza che ricopre il loro ruolo nella vita di tutti i giorni, ma anche muli e asini si trovano abbastanza di frequente. Non bisogna però farsi distrarre dalla tenerezza degli animali. Il succo dell’approccio è lo stesso, forse anzi ancora più aggressivo.

“Fate molto male a ridere. Al mio mulo non piace la gente che ride. Ha subito l’impressione che si rida di lui. Ma se mi promettete di chiedergli scusa, con un paio di calci in bocca ve la caverete.”

 

west - il pokerPoi ovviamente è anche comune che l’approccio degeneri in una minaccia quasi diretta. C’è sempre qualcosa che ricorda ironia o sarcasmo, ma sarebbe più preciso parlare di strafottenza o sfottimento, sicuramente non di sottile arte oratoria…

“Ho visto tre spolverini proprio come questi tempo fa. Dentro c’erano tre uomini. E dentro agli uomini tre pallottole. “

 

E se iniziamo a parlare di minacce dirette, qui si apre un mondo. La minaccia diretta diretta, comunque, solitamente è un appellativo della più sordida feccia. E per quanto un po’ di feccia sia in tutti o quasi gli abitanti del luogo, pochi sono quelli che vogliono essere scambiati per una pura feccia senza esserlo. Diventa anche quindi interessante trovare nuovi e utili modi in cui far chiaramente capire al proprio interlocutore che in questo preciso momento sta sbagliando qualunque cosa nella sua vita. A partire da come sta trattando voi che ci parlate in questo momento.

“Vedi i morti possono essere molto utili. A me personalmente, hanno risolto situazioni difficili più di una volta. Primo perché non parlano. Secondo, eh perché se aggiustati bene, possono sembrare vivi. E Terzo anche se gli spari non succede niente perché al massimo dovrebbero morire, ma sono già morti!”

 

Ma soprattutto…

Riusciremo a portare avanti una sessione senza ripescare continuamente citazioni dai film di Sergio Leone?

Improbabile. Decisamente improbabile 😆

Ma la cosa non è affatto negativa! O no? 😉

 

Ci si sente presto, aspiranti cowboy.

 

Lherian

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *