D&D Random: Kurgan Bragg, nano ranger

Kurgan Bragg, nano ranger

 

Razza: Nano

Classe: Ranger

Livello: 3

Altezza: 135 cm

Peso: 85 kg

Allineamento: Caotico Buono

 

 

I nani sono una razza solida, tenace e caparbiamente ancorata a tradizioni, onore e disciplina.

Essere un nano caciarone è normale, confusionario ci può stare, ma essere sovversivo verso il proprio Sire, il proprio Clan e addirittura il proprio Regno, esponendo nel mentre proclami di amore e fratellanza verso tutte le razze della superficie e del mondo esterno alle montagne… Insomma, non è niente affatto comune.

Non sappiamo se Kurgan abbia scelto la via dell’avventuriero o se la via dell’avventuriero abbia scelto Kurgan quando i suoi superiori nell’esercito della Rocca si sono stufati di avere un soldato che non rispetta alcuna istituzione e che promuove amore tra le truppe. Quindi dopo alcuni anni di servizio, prima che compisse i suoi cinquant’anni, Kurgan se ne andò “spontaneamente” dalla Rocca, dalla montagna e dalla sua gente.

Alla fine, indipendentemente da come sia arrivato alla sua strada, a Kurgan la vita dell’avventuriero piace. 😉

Il suo pensiero si è affinato insieme alle sue tecniche di combattimento con balestra e asce gemelle (la balestra gli piace, ma è nella mischia con le asce accoppiate che questo nano si sente realizzato). Non gli capita di combattere così spesso, essendo un amante della pace e dell’amore sono sempre stati molto più numerosi i suoi incontri pacifici piuttosto che quelli belligeranti, ma nelle occasioni dove si è dovuto difendere ha dimostrato di essere in grado di farlo.

La sua personale opinione a proposito della vita, dello scopo della vita e del fine ultimo della sua esistenza si è affinata e semplificata con il passare degli anni, al punto da essere riassunta in due uniche frasi:

“Ogni individuo dovrebbe essere libero di amare, incondizionatamente, chiunque egli desideri. ”

“Ogni pregiudizio che ci impedisce di amare è un vincolo alla nostra libertà, e in quanto tale va combattuto.”

Parole profonde, ma che proferisce solamente da ubriaco. Le occasioni che preferisce per pronunciarle sono infatti le sbronze di gruppo, al chiuso come all’aperto, basta che ci siano tante persone. Questo in maniera da poter iniziare subito dopo una delle sue seconde personali lotte private: quella contro il pregiudizio del nano violento ubriaco. Solitamente affronta questa lotta spaccando boccali sulla testa delle persone fino a che non ammettono che i nani ubriachi non sono violenti.

 

Kurgan è sempre in giro a fare casino cercando di salvare il mondo da se stesso (così almeno dice lui), sempre a tessere lodi di tutta la pace e l’amore che dovrebbero regnare nelle terre dell’intero mondo, e sempre alla ricerca di nuovi gruppi di idealisti esaltati come lui, con cui intraprendere nuove avventure alla ricerca della libertà.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *