Agon World War II – Intervista a Marzio Morganti

Abbiamo già parlato di Agon World War II in occasione della serie di articoli relativi al Play Modena 2015, dato che è stato proprio in concomitanza del Play che il gioco è stato presentato.

Oggi una nuova occasione di parlare di questo gioco, direttamente intervistando Marzio Morganti, autore, ideatore e sviluppatore dello stesso insieme al Team Acchiappasogni (ricordate i nostri articoli a proposito di Destino Oscuro?)!

Ancora grazie all’autore per la sua cortesia e disponibilità!

Buona lettura! 😉

 

 

Ciao Marzio, e grazie per questa intervista! La prima cosa che vogliamo chiederti è “perché un Gioco di Ruolo?”. Quindi, perché un gioco di ruolo? Cosa ti ha spinto a decidere di realizzare il tuo gioco?

“Sono profondamente convinto che il GdR sia un tesoro di forza educativa. Immedesimarsi nella Storia, anche se decorata dall’immaginario ucronico e fantastico del gioco, è molto meglio che leggerla dalla lunga distanza che ci separa dalle pagine di un manuale scolastico. Io amo la Storia, è il mio lavoro… Mi è venuto naturale tentare di farla rivivere nel teatro del gioco!”

 

Agon World War II. Ci puoi parlare un po’, da autore, di questo Agon?

“Agon WWII è oscuro eroismo, sacrificio, abnegazione, introspezione profonda, ferocia, brutalità e azione adrenalinica. Nelle partite vedrete pari quantità di dramma e di azione, di grandi gesta e umane miserie. Sono i Campioni dei Giocatori al centro della storia, gli scontri del torneo sono solo il momento in cui tutti i nodi arrivano al pettine. Il combattimento strategico e l’attenzione estrema per l’umanità dei personaggi creano un senso di coinvolgimento che ho trovato piaccia davvero molto a tanti.”

 

Stessa domanda ma fatta ad un Maestro Thar’il. A noi di GdrTales piace importunare individui importanti dei giochi. 😛 A questo proposito, Maestro, come descrivereste voi Agon?

“Agon è la prova del nostro Amore per l’Umanita. Quale attimo migliore per comprendere la verità nell’anima propria e avversaria del fatale istante della battaglia? Quale più alta forma di saggezza filosofica se non quella ottenuta dalla perfetta armonia marziale del corpo con la mente e lo spirito? Conosci il tuo avversario se vuoi davvero conoscere te stesso. Conosci te stesso per amare davvero la Pace. Noi abbiamo dovuto impararlo da soli, migliaia di eoni or sono… e al doloroso prezzo del sangue dei nostri fratelli. Nessuno lo insegnò a noi, ma noi lo insegneremo a voi.”

 

Il sistema di Musha Shugyo ha pochissime regole, e tutte incentrate sul combattimento. Agon aggiorna alcune di essere aggiungendo due nuove statistiche, volontà ed equilibrio, e introducendo diverse meccaniche di gioco nuove. Tra queste l’ascesi è quella che ci ha colpito di più. Benché contenga e consenta ovvi (siamo ad Agon in fondo) bonus alle statistiche e quindi al combattimento, è una meccanica estremamente introspettiva e narrativa.

Ci puoi parlare più nello specifico di queste nuove statistiche, della meccanica dell’ascesi e del motivo per cui in un gioco di scontri e combattimenti una meccanica così importante e caratteristica sia introspettiva-narrativa?

“Ogni battaglia si combatte innanzitutto nella propria mente.

Volontà ed Equilibrio, con il loro variabile rapporto, rispecchiano l’anima vera del proprio personaggio, il suo carattere, la sua natura. La Volontà rispecchia la convinzione e la determinazione, l’Equilibrio rispecchia la serenità e la consapevolezza. Entrambe contribuiscono al combattimento riducendo molto la casualità del risultato di dado nell’attacco (Volontà) o nella difesa e contrattacco (Equilibrio), generando valori mediamente più alti. Una persona con alta Volontà rispetto all’Equilibrio sarà più dura, fredda, egoista ma anche determinata e sicura di se. Viceversa, alto Equilibrio rispetto a Volontà rende una personalità calma , altruista, serena, introspettiva ed empatica. Questa forma mentale e caratteriale si riflette ovviamente moltissimo nell’intero approccio allo scontro fisico dei combattenti.

L’Ascesi è il metodo in assoluto più incisivo per aumentare Volontà ed Equilibrio. Sono sette domande, sette dubbi lancinanti e importanti che la guerra e la tirannia hanno scavato nello spirito del personaggio. Rispondendo tramite la narrazione a queste domande, la natura del Campione può rafforzarsi o anche cambiare completamente. Quando la vita e la storia daranno al personaggio una dura lezione, smentendo la sua domanda e rendendolo una persona più disillusa e cinica, la sua Volontà si rafforzerà. Quando invece le credenze del Campione verranno confermate o rafforzate dalla narrazione, sarà il suo Equilibrio a trarne vantaggio.

Il gioco fa in modo che tutti abbiano le medesime possibilità di affrontare la propria Ascesi, ma è necessario avere il coraggio di mettere alla prova tutto quello in cui si crede.”

 

Abbiamo letto all’interno del manuale una delle ascesi di Santos, una delle sue lotte personali contro i suoi dubbi e demoni interiori. Per chiarire ancora meglio il concetto e funzionamento di questa meccanica, chiederemmo volentieri un aiuto alla signorina Lynn. Signorina, potrebbe raccontarci come ha affrontato uno dei suoi personali demoni, e cosa ne è scaturito dalla sua personale lotta interiore?

“Quando ho visto quel nazista… Sconfitto, senza la maschera che gli copriva il volto, sanguinante che strisciava per terra implorando pietà non a me, ma ai suoi stessi camerati… Ero dall’altra parte dell’arena quando hanno trascinato sua moglie davanti a lui e le hanno fatto saltare la testa con un colpo di pistola. Non ho mai sentito un uomo urlare così forte e per una tale disperazione. Non ho potuto intervenire, ma nemmeno il suo Patrono si è mosso di un centimetro per fermare quell’esecuzione. Le SS hanno subito dopo preso i mitra è sparato contro di lui, crivellandolo. Il Reich non perdona i fallimenti e se esiste una cosa di cui sono certa adesso è che non c’è nessuno, NESSUNO peggiore di loro al mondo. Questa notte li andremo a prendere mentre dormono. Fanculo le regole di questi stronzi che si fanno chiamare Thar’il. Von Stein era diverso dagli altri nazisti, la pagheranno molto cara.”

 

L’ambientazione di Agon WW II è sia storica che fantastica, mentre i personaggi presentati sono di background storico e piuttosto realistici. A questo proposito, con un po’ di orgoglio nazionale, chiederei a Primo di raccontarci la sua storia!

“I pugni si danno, i pugni si prendono. Questa è la boxe, questa è la vita. E io nella vita ne ho presi tanti di pugni, veramente tanti… Ma lo rifarei, perché tutti i pugni che ho preso sono serviti a far studiare i miei figli. Non so cosa potrei dirvi di me, ero povero, figlio di poveri friulani. Facevo l’elemosina, poi ho fatto il carpentiere, poi il fenomeno da baraccone perché sono grosso, tanto grosso. Poi arriva un allenatore, mi porta in America ed ecco che divento il Campione Mondiale dei Pesi Massimi di Boxe. Ma non è mica finita: dopo ancora mi chiama il Duce e mi dice che devo andare a combattere su una nave spaziale per l’Italia, non devo dire niente a nessuno ma posso portare mia moglie e i miei figli. Non so bene come dovrei prenderla, c’è da dire che son proprio tempi strani questi.”

 

È una strana alchimia quella tra la realtà storica degli anni quaranta e la vita sulla Lancia d’Argento. Suggerimenti a novizi giocatori e guide per rendere e vivere al meglio questa situazione?

“Collaborate, assistetevi a vicenda quando i vostri compagni sono a corto di idee, create belle storie, originali, remixate tutto quello che vi viene in mente e scegliete delle Character Track che esaltino voi e i vostri compagni!”

 

Sulle tue esperienze di gioco, quali sono le scene e i momenti che ricordi con maggior piacere riguardo ad Agon? Ammessa qualunque risposta, dalla fase di idea germinale a proposito del gioco alla distruzione del mondo ottenuta nella sessione che hai giocato l’ultima volta.

“La spaventosa quantità di citazioni più o meno velate che ho voluto assolutamente inserire e tutte le storie e le personalità dei personaggi pregenerati. Li ho amati davvero tutti.”

 

Freddura Finale. World War… Carattere capitale capovolto Marzio Morganti… Inghippo Illuminati imminente ? 😛

“Scusate, mi era caduta una scia per terra!”

 

 

Agon WW II: Sito ufficiale (qui il link)

Musha Shugyo RPG: Sito ufficiale (qui il link)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *