Il Signore degli Anelli: “La vera Storia”, parte IV – La distruzione della Corona

libro originale del portatore

adesso avete capito di che portatore sto parlando

e più si prosegue, più capite come mai la storia sia stata narrata in questo modo

Il saggio lettore avrà notato, all’interno del significato del viaggio, una profonda concezione di quella che sia il fine che spinge verso la suddetta meta. Non ci stiamo domandando, non ancora quanto meno, quale sia il motivo che porta l’individuo a mettere in gioco tutta la sua vita, la sua consuetudine e le sue abitudini. Ma ci stiamo chiedendo per che cosa lo stia facendo.

Esiste un fine più nobile della salvezza del mondo?

Ma prima di rispondervi, ponetevi un’altra domanda. Ovvero, la domanda precedente ha un senso? Ricordate che quest’opera non è semplicemente un romanzo. È una storia vera, così come la abbiamo vissuta, e atta a trasportare il lettore in quello che per noi è stata un’epica avventura dalla quale non abbiamo mai dubitato di uscire vincitori.

Perché la salvezza del mondo dipendeva da noi.

 

Niklaus,
furfante mezz’uomo.

 

~~~

 

GM: Tiro ad indovinare. Test di ciarlare?

Niklaus: ESATTAMENTE!!

Ragnar: … Non ho capito.

Felix: Nemmeno io, ma non guardatemi i denti! Comunque l’indovinello sul test era facile. Ma è quello che è stato detto prima di terribilmente … oscuro. Per questo difendo la faccia. Non si sa mai.

Altronia: Si è fatto qualcosa prima del discorso, è l’unica spiegazione razionale. È stato molto peggio del solito!

Niklaus: Vorrai dire che è molto MEGLIO del solito!

Felix: Ma cosa hai cercato di dire?

Niklaus: NIENTE! È una delle mie supercazzole. Piuttosto ben riuscita a dir la verità, per un po’ sembra persino che stia cercando di dire qualcosa.

Felix: Aaaaaah, ecco….

Altronia: Dovevamo aspettarcelo.

Ragnar: Hai ragione Altronia, ma adesso ripartiamo che se inizia la sua solita valvola di sclero contro il lettore a proposito degli infiniti viaggi a piedi non ne usciamo vivi.

 

[…]

 

Monte Fato

Libro sesto, capitolo I

Era l’Orodruin, la Montagna di Fuoco. Le fornaci in fondo al suo cono di cenere si scaldavano sempre di più, finché ad un tratto, con un gran brontolare e gorgogliare, vomitavano fiumi di roccia fusa da ogni fessura e crepa delle pendici.

 

Monte Fato

Felix: Tenete lontani i lapilli dalla mia faccia! Aaaaah lava, zolfo, gas sulfurei, escoriazioni, la mia faccia, LA MIA FACCIA! AAAAAAAAH!

Niklaus: AHO, imbecille! Ma che cazzo dici?

Felix: Tenetemi lontani i vulcani, devo difendermi la faccia!

Altronia: Ma tesoro, è solo un’immagine del libro. In realtà non c’è stato nessun vulcano, lo sai.

Felix: … ah, è vero.

Ragnar: Non me la sento di prenderlo per il culo più di tanto. Quel demone è stato qualcosa di terrificante. E non credo di essermene fatta addosso mai tanta come quando quel mezz’uomo impazzito gli ha tirato una pietra con la fionda. Se fossi morto in quel momento sarei andato all’aldilà come nano calvo ma normopeso da quanta merda ho scaricato in quel momento.

Altronia: Ragnar! Che schifo!!

Ragnar: Dimmi che non la hai sganciata anche tu, coraggio! O le signorine elfe non cagano?

Felix: Ragnar! Stai lontano dal mio ragazzo!

Altronia: Ma Felix, io sono una DONNA!!!!

Felix: Ragazza, ho detto ragazza, ho detto RAGAZZA!!

Niklaus: Ma dai, che bizzarria. Per una volta non sono io a sclerare. Non ci sono abituato, che test devo fare?

GM: Cosa intendi dire?

Niklaus: Che test devo fare per calmarli o cercare di parlare con loro?

GM: Ma non servono dei test, puoi direttamente interagire e cercare di farli ragionare.

Niklaus: Ma va? Si può parlare senza tirare di ciarlare? Che forza ragazzi!

GM: … Non è che bisogna sempre convincere a parole chi ci ascolta.

Niklaus:

GM:

Niklaus: … Sei impazzito?

GM: … Considerata sessione e personaggi, lo eravamo tutti già prima. Tira su ciarlare.

Niklaus: Grandissimo! È la mia abilità più alta!

Felix, Altronia, Ragnar: MA VAAAAA, NON LO AVEVAMO CAPITO!

 

[…]

 

E così finisce Il Signore degli Anelli: “La vera Storia”, sessione one-shot dove l’intera storia de “Il Signore degli Anelli” è stata rivisitata e rigiocata in una serata, sfruttando Warhammer Fantasy Roleplay come sistema di gioco.

Sessione fantastica, che spero abbia occasione di ripetersi presto! Forse così non spera Tolkien, ma cosa volete farci. 😆

Grazie a Felix per essere stato un fantastico ranger, grazie a Ragnar per schizofrenia-portami-via, grazie ad Altronia per la sua elfica seducente presenza e ovviamente grazie Niklaus per aver raccontato questa storia.

La nostra storia.

La vera storia. 😉

 

Al prossimo svarione! 😉

 

Lherian

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *