Pre – Play Modena 2015: Confine Nord, seconda edizione

Passano il tempo e diminuiscono i giorni di attesa per la fiera probabilmente più rappresentativa dell’ambiente ludico del periodo, il Play Modena 2015! Oggi abbiamo avuto l’occasione di fare qualche domanda all’autore di un gioco a cui la redazione (Lherian e Dikoleo) è venuta in contatto proprio in occasione di un Play Modena (edizione 2014), Confine Nord!

.

Buongiorno e … benvenuti al Confine! Perché questo benvenuto è uno dei più freddi che ci potremmo mai immaginare?

Bhe, perché il Confine Nord è situato proprio sopra la siberia, a due passi dal circolo polare artico.

Scriviamo domande e qualcuno risponde. Qual bizzarro evento. Chi sei, o voce narrante che risponde alle mie domande?

Sono Riccardo Sparacello, colui che ha creato il Confine Nord come lo conosciamo noi.

Oh autore, già che ci siamo, allora, parliamo un po’ del Confine. Che cosa è, come è nato, perché è nato, quando è nato e quando si è formato per diventare quello che è…

Oddio.. domande complicate..  il Confine Nord è un’isola utilizzata dall’Unione Sovietica per condurre esperimenti segreti durante la guerra fredda, poi in seguito chiusa e convertita a campo di prigionia. Direi che questa è la sintesi di cos’è il Confine Nord. Ma c’è molto di più da dire al riguardo in realtà. Questa storia racconta che durante gli anni 50, l’ U.R.S.S. scoprì una nuova fonte d’energia a combustione chimica che aprì le porte di una nuova era dello sviluppo sovietico, infatti quando venne costruita la Centrale sull’isola (il futuro Confine Nord), la potenza energetica e industriale dell’ Unione Sovietica si espanse a dismisura portando il blocco Est ad una certa supremazia rispetto alla controparte americana. L’isola ovviamente venne interdetta e fu costruito un muro su tutto il perimetro per evitare sguardi indiscreti da spie nemiche. Passarono gli anni e si capì che le scorie della centrale non erano poi così innocue e facilmente smaltibili, infatti gran parte degli operai e degli ingegneri presenti sull’isola, vennero mutati e trasformati in uomini deformi e talvolta con capacità molto particolari (e brutali). Il Kgb si interessò della questione “Mutanti” e iniziò a svolgere esperimenti su queste cavie, in cerca del soldato perfetto. Dopo alcuni anni, ci fu una fuga di notizie e scoppiò lo scandalo. Il KGB distrusse quasi tutte le prove del suo coinvolgimento ma le nazioni unite fecero chiudere lo stabilimento. La popolazione sana dell’isola venne sfollata e i mutati vennero segregati nel Confine Nord. Negli anni 80 scoppiò una rivoluzione civile contro il regime sovietico, venne indetta la legge marziale e visto la situazione precaria delle carceri sovietiche, venne deciso di utilizzare la vecchia isola contaminata come prigione naturale. Ora, nel 1986, se sei un “criminale”, vieni preso e gettato a morire su quest’isola ghiacciata.

confinenord1

Confine Nord – I Edizione

Questo è quello che sappiamo noi, diciamo i giocatori. Ma per loro, per gli abitanti, i VERI abitanti, che cosa è realmente il Confine? Come lo vedono, lo sentono, che cosa percepiscono nella vita quotidiana?

Beh, nel Confine come in ogni altra parte del mondo, ci sono le persone benestanti e le persone povere. Bisogna semplicemente ridimensionare questi due termini. Nel Confine, una persona benestante ha: un posto abbastanza riparato per dormire, del cibo più o meno pulito, acqua non contaminata e una buona pistola carica. I poveri invece: o non hanno nulla e di conseguenza muoiono di stenti, o riescono a recuperare un po’ di carne di topo contaminato e della putrida acqua contaminata.

Questa frase è stata detta da un giornalista che è stato rinchiuso nel Confine Nord e direi che descrive molto bene la vita sull’isola: “Siamo rinchiusi ingiustamente in un luogo che di giusto non ha nulla. Una terra contaminata da qualcosa che di naturale non ha niente. Un recinto per quelli che una volta erano uomini”.

Passiamo a parlare del Play Modena, il festival del gioco. Come siete entrati in contatto con questa manifestazione?

Direi quattro o cinque anni fa se non sbaglio, decidemmo di andare al Play in quanto ne sentimmo parlare bene e, visto la nostra grande passione per i giochi di ruolo, quale miglior posto per dare la caccia a qualche manuale? Nel giro di due anni scrissi Confine Nord e da lì la decisione di pubblicarlo; vista la natura godibile della fiera, pensai che sarebbe stato un buon punto di partenza.

Sappiamo che Confine Nord si presenterà con le vesti di una seconda edizione a questa fiera. Cosa è cambiato dalla prima edizione, e perché avete voluto prepararne una seconda?

Beh la prima edizione era chiaramente molto amatoriale: spoglia di illustrazioni, copertina minimale e le regole necessarie per giocare e passare una piacevole serata in compagnia. La seconda edizione si è creata nel tempo. Ho conosciuto un bravissimo disegnatore che non finirò maidi ringraziare per la sua disponibilità (Maurizio Rezzi), si sono presentate idee nuove per l’ambientazione, si è aggiustato il tiro per alcune regole che mancavano e cose del genere.

Ora la seconda edizione si presenta sicuramente più competitiva e visivamente accattivante riuscendo comunque a mantenere un prezzo d’acquisto discretamente basso.

Restando sul Play Modena per l’edizione 2015, che cosa presenterete al vostro stand? Quali sono le novità rispetto agli anni passati?

Squadra che vince non si cambia no? saremo lì, con le nostre magliette rosse, la nostra locandina e con la seconda edizione del gioco di ruolo. Per i meno gidierristi abbiamo anche la beta del gioco da tavolo.

Se qualcuno volesse contattarvi pre-fiera o post-fiera, come può farlo? Avete già in programma altre fiere o manifestazioni ludiche?

Noi siamo sempre disponibili a rispondere a qualsiasi domanda 🙂 Potete contattarci tramite mail: redazioneconfinenordgdr@gmai.com sul sito (con annesso forum) www.confinenord.it o sulla pagine facebook di confine Nord! Come altre fiere saremo sicuramente allo Smack a genova il 25 e il 26 aprile (giochiamo in casa 😉 )

Ci lasciate con un saluto dal Confine? 😉

Dasvidanija

 

[…]

 

play2014Play Modena,

Festival del Gioco,

7° edizione, 11-12 aprile 2015,

Modena Fiere.

www.play-modena.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *