Dark Heresy: Tatuaggi

 

Verrà un giorno in cui parleremo del Cyberpunk, di colui che vive sul filo del rasoio, poco importa che sia ribelle, corporativo, rocker o qualsiasi folle individuo della spericolata vita del Cyberpunk…

Verrà un giorno in cui parleremo del Confine Nord, un’isola sperduta del Circolo Polare Artico che dopo una tragedia è diventata il peggior campo di prigionia di un’unione sovietica distopica…

Verrà un giorno in cui parleremo del Buio di Etherna, un mondo invaso dalle tenebre e dalle cui stesse tenebre sono sorti innumerevoli e spaventosi mostri, oscure entità terrificanti e pericolossime…

Verrà un giorno in cui concluderemo l’epica e reale storia del Signore degli Anelli, parleremo della Prima Progenitura e faremo qualche nuova partita nell’universo di Sine Requie, passando per la prima edizione di Martelli da Guerra e Stormbringer

Verrà un giorno in cui il Vecchio Mondo si scontrerà con la furia e la moltitudine degli Skaven, un giorno in cui tutti gli H.e.r.o.es saranno riuniti sotto l’hashtag #UrbanHeroes, dove ad ogni goblin verrà dato il suo posto su Azeroth!

 

Ma oggi la settimana inizia con L’Imperium, e con questo!

La situazione merita assolutamente un grosso post dedicato a parte, ma se ci seguite da un po’ forse potete iniziare ad immaginare il casino che può aver portato la Tecnoprete Kim Visser a tatuarsi il nome di Fratello Capitano Stern sul braccio!

Si, QUELLA Kim Visser!

 

Non appena riuscirò a dipanare in un articolo la matassa che ha portato a tutto questo (comprendente lotte intestine al Segmentum Solar e tra tutti gli Ordi dell’Inquisizione) lo condividerò con tutti.

Una cosa la posso già dire: i Fratelli Terminator dei Cavalieri Grigi si sono dimostrati molto utili contro l’Ordo Hereticus. 😛

 

Il resto arriverà. 😉

A presto!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *