Pensiero, gioco, riflessione, indizio-dentro-l’indizio.

 

Un po’ pensiero, un po’ gioco, un po’ riflessione, un po’ indizio-dentro-l’indizio.

 

Il primo segno sia quello degli Antichi, un incubo da cui sia impossibile svegliarsi. Un terrore profondo e interiore, che non distingua sonno da veglia. Antico.

Il secondo segno sia una natura delicata, verde dolce e affettuoso nella sua lenta e moderata crescita. Una tenerezza semplice e spontanea. Delicato.

Il terzo segno sia una natura rigogliosa, verde intensa e scura, marrone e colorata, forte e distruttiva verso l’artificiale e l’artifizio. Una forza travolgente ed impetuosa. Travolgente.

Il quarto segno sia quello del sangue e del demone, soffuso e sottile, ma che lentamente tutto tinge verso il suo colore. Un inganno, sempre svelato troppo tardi. Ingannatore.

Il quinto segno sia un ingranaggio semplice ma funzionale, un colosso di bronzo e ottone, pesante e immenso. Lento, possente, ma rassicurante. Imponente.

Il sesto segno sia un ingranaggio complesso e elaborato, dalle forme e dimensioni più disparate e diverse. Le più diverse leghe, le più diverse forme, i più diversi scopi. Elaborato.

Il settimo e ultimo segno sia contemporaneamente il più grande e il più piccolo, sia il più completo che l’unico imperfetto, forte e fragile. Marchiato dal rosso e dal nero, e dal simbolo che tutti, fin da bambini, temono e amano. La cosa appare ironica, vero? No? Forse dall’esterno allora non lo appare. Dal mio punto di vista si, ma mi rendo conto che dall’esterno non sia così facile. Afferrare il senso di questo discorso potrebbe aiutare a capire quello che intendo, ma non ho voluto farlo in maniera troppo esplicita. La spiegazione all’interno del settimo punto (o segno) un po’ aiuterà alcuni di voi. Per gli altri, lascio un altro indizio.

7=(6+1)

 

Adesso è più facile, no? Riuscite ad intravedere qualcosa attraverso il velo delle parole di questo testo? O attraverso le immagini, le spunte, le allusioni, le indicazioni? Se si, ottimo. Se no, non importa. Abbiamo ancora un poco di tempo…

 

Indizio-dentro-indizio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *