La Grande Famiglia allargata di Dadi (IV)

Ottobre 2011, “La Grande Famiglia allargata di Dadi”.

Ottobre 2012, “La Grande Famiglia allargata di Dadi (II)”.

Ottobre 2013, “La Grande Famiglia allargata di Dadi (III)”.

E adesso, a Ottobre 2014… No, come non detto. A novembre, ma con la foto scattata ad OTTOBRE (per un pelo :-P)… Ehi, ma nelle regole della famiglia allargata di dadi fa valore la foto, non l’articolo! E la foto è stata saggiamente (:-P) pubblicata ad OTTOBRE! Si insomma era il 31, ma era ancora ottobre! 😆

Facciamo un respiro profondo, e ripartiamo da capo.

[…]

E adesso, ad Ottembre 2014, non poteva mancare la Grande Famiglia allargata di Dadi (IV). E infatti non manca. 😉 Avete già visto la foto in anteprima, adesso presentiamola.

 

La Grande Famiglia allargata di Dadi – IV

 

(dall’alto verso il basso, da sinistra verso destra)

The Big One, è sempre lui, un colossale D20 con la funzione oracolo incorporata sulla faccia del 20! Risponde ad ogni domanda sul Gdr, basta chiedere, scuoterlo, e poi leggere la risposta! Da anni è ormai il dado più grande che possiedo. 😆

“Sampdoria? Ma anche no!”, tre dadi da sei sciolti, comprati per caso, e subito mi è stato fatto notare che i colori affini (bianco-rosso-blu-nero) erano quelli della Sampdoria. Io non ci avevo visto nulla del genere… Anche perché, se dovessi scegliere, sarei un simpatizzante Genoano. 😉

The White Set, cinque dadi bianchi che hanno adottato un sesto dado bianco leggermente più piccolo che si sentiva solo. Adesso restano sempre insieme. Evviva la famiglia! ^^

I Tre giganti, tre dadi rossi-blu-oro da 28 mm. Belli. Proprio belli. Utili anche come arma da lancio impropria. 😉

Chaos White & Chaos Gold, L’IMPERATORE disprezza questi dadi, ma gli adoratori degli dei oscuri li bramano ardentemente. Così come qualche giocatore piuttosto “radicale”… La bellezza è innegabile, come è innegabile lo splendore del rogo purificatore. Ah, la bellezza…

Set Adeptus Mechanicus, 6D6 e dado deviazione, utili nelle partite su grande scala e per le partite di Gdr! Attualmente sono i dadi che uso nelle campagne di GURPS, dove il critico da triplo uno si annuncia con un bel triplo-Teschio dell’Adeptus Mechanicus (e con terrore dei giocatori).

Dark Heresy set, una coppia di dadi (D% e D10) che ha conquistato valore e efficacia durante una lunga campagna di Dark Heresy. Sfumatura di nero che rappresenta un colore ben preciso.

16Dbianchi, piccoli, carini e color avorio. Serve altro? 🙂

D4 Group, perché i dardi incantati e i critici di alcune armi (soprattutto WoW GDR) abbondano di d4 da tirare. Non si sa mai. 😉

Necro-Orco set, cinque dadi a sei facce che probabilmente avrebbero dovuto essere da non-morti a causa del teschio messo sulla faccia del sei… Ma dai, ragazzi, i numeri sono indicati con dei graffiti. Con dei GRAFFITI! Sono troppo da orchi questi dadi! xD che regalo fantastico!!

Set di legno artigianale, poco preciso e piuttosto irregolare, ma estremamente affascinante. Regalo stupendo di un druido piuttosto particolare 😆

Set di legno, un bellissimo regalo. I dadi di legno sono fantastici, solo a prenderli in mano ti accorgi che sono diversi da tutti gli altri! Li conservo con cura nella loro scatola per non rovinarli, in attesa anche loro della loro partita. Ma so già quale sarà! 😉

Dado Deviazione & dado Artiglieria, possono sempre servire!

Dadi Warpietra, due dadi a sei facce verde acceso, usati nelle battaglie a warhammer fantasy insieme alla famigerata Warpietra, essenziale per ogni stregone Skaven! Trasferiti nel Gdr come dadi per tiri “pericolosi”. XD

The big small one, un GROSSO dado da venti per GROSSI tiri. O grossi personaggi. Smazzolare personaggi giocanti con Ogri a due teste a botte di grossi D20 è impagabile.

The Small One, ormai si è ripreso dal complesso verso The Big One, dato che, a sua differenza, lui rotola CONTINUAMENTE qua e là. Fermarlo è impossibile. Poi, ultimamente ha preso sotto di se i fratellini veramente piccoli.

The Small Set, tre dadi piccoli. E se credete che loro siano piccoli, non guardate quelli dopo. XD

The Smaller Set, tre dadi ancora più piccoli. Ma quanto amo questi piccolini! In pratica è come se implorassero di essere usati. Un giorno li porterò a vedere una partita… così piano piano si abitueranno. Almeno spero. Ogni lancio ho il terrore di perderli, e se cadessero dal tavolo… non oso nemmeno pensarci.

Dado-teschio, un D6 di metallo con il bassorilievo di un teschio sulla faccia del 3. Usualmente i simboli sono sulla faccia dell’uno o del sei, ma qui è sulla faccia del tre perché le cavità degli occhi e del naso rappresentano, appunto, i tre “buchi” della faccia tre. Un regalo inusuale e per questo molto apprezzato.

Tre cugini rotoloni +1, quattro dadi da sei con una faccia sola, e sferica! Non utilizzabili per un problema nei pesetti interni (che li fanno fermare mostrando un numero) non perfetti e che tendono a rendere non regolari i lanci. Ma sono dadi rotondi!! Come potevano mancare? ^_^ quello nero leggermente più in basso è un’aggiunta più recente, inaspettata ma graditissima!

Coppia D’avorio, dadi classici in plastica color avorio. Le tradizioni vanno rispettate, e che diamine! XP

WarHammer Dice, i reduci di una gloriosa scatola da 30 dadi, venti rossi e dieci neri. Purtroppo, in varie circostanze sfavorevoli una parte è andata perduta, mentre un’altra piccola parte è stata regalata ad alcune persone in circostanze estremamente liete. ^_^ Spicca il dado rosso grande, adottato dalla famiglia. Questi sono i primi dadi che abbia mai comprato, e ci sono estremamente affezionato.

Set Guardia Imperiale, 12D6 della Guardia Imperiale, Warhammer 40k. La loro scatola è il caricatore di un fucile laser… tamarrata, tamarrata enorme. Ma li ho presi lo stesso. xD

Set veicoli warhammer 40k, altri 12D6 dentro una seconda scatola stra-tamarra di caricatore laser. Secondo voi potevo non comprarli? Si? E invece no. Li ho comprati e ne sono estremamente fiero.

3DCelti, tre dadi da sei verdi con la croce celtica come simbolo speciale! In attesa di una opportuna partita (o personaggio) di GURPS per essere giocati. Il personaggio in realtà è già pronto, alla prima occasione… 😉

D6 sciolti, cinque dadi da sei di cui quattro in plastica colorata trasparente e uno celebrativo del Lucca C&G 2012. I dadi celebrativi, a dir la verità, non mi piacciono. Ma quello era gratis, quindi… 😆

24D6 avorio, un colossale regalo di quella strana entità che Laren Dorr, in una passata lettera, aveva citato. Bellissimi. I set numerosi e coordinati mi piacciono molto per i tiri “importanti”, che reputo decisamente più in tema con la partita se effettuati con dadi uguali.

12D6 origins, un set di D6 dello stesso schema di colori de “i tre giganti” e del primo set completo che abbia mai comprato. Legame effettivo enorme nonostante il loro arrivo sia relativamente recente.

36D6 piccoli, un set estremamente utile per lanci imponenti tipo mega-palle di fuoco o soffi imponenti. E il loro colore è stupendo. <3

35D10, acquistati tutti sciolti e in vari momenti. Mondo di tenebra comprende esclusivamente l’uso di D10, molti, MOLTI D10. Quel sistema è attivo da molto tempo nelle nostre sessioni, ma comunque tutti questi dadi non sono sufficienti! 😆

D20 Family,  tredici (“Uuuuuuuuuuuh che sfiiiiga, ABBRY salvaci tu!! Io scrollo a sinistra, non si sa mai!!”) bei dadi a 20 facce. Sistema Sperimentale D20 ora e sempre! Tutti loro hanno la loro storia, alcuni più antichi e altri più recenti, ma tutti hanno la loro.

I Dadi della Natura, sono 12D6 dadi verdi dal significato naturale simbolico. Non so se avrò modo di usarli per lanciare palle di fuoco, ma a suo tempo li avevo comprati apposta per quello. Ironia della sorte, mai stati usati. La speranza è ancora quella, e loro attendono pazienti di poter bruciare un po’ di arbusti o di ragni giganti a suon di palle di fuoco. Probabilmente usare dadi della natura per lanciare palle di fuoco apparirà senza senso, ma vi garantisco che non è così.

Set Blu, 25 dadi blu a sei facce, con un extra di dado deviazione e dado artiglieria! Numerosi e carinissimi! Utili per coloro che, durante una sessione, si siano dimenticati i dadi e/o non li possiedano.

Set Rosso, analogo al set blu in tutto e per tutto, diverso solo nel colore. Ragazzi era in offerta! Non potevo resistere. 😆

Set Colors, 25 dadi + deviazione/artiglieria, idealmente erano stati comprati per unirsi ai dadi del Set Blu, ma alla fine non lo hanno mai fatto. Il problema è che questi dadi dividono tutti coloro che li vedono in due gruppi, “CHE BELLI SONO COLORATI” e “MA FAN CAGARE SONO TRASPARENTI DI PLASTICA SCADENTE”. Il problema è che in ambedue i casi le suddette persone pensano più ai dadi che alla partita di Gdr, motivo per cui sono costantemente costretto ad occultarli. Ma un giorno usciranno anche loro…

10D10 x 3, dato che finalmente si è iniziato anche a giocare a mondo di tenebra, una serie di set di dadi coordinati non poteva mancare! 😛 E bella abbondante!

Gruppo percentuale, perché nel gruppo di warhammer gdr è quello che conta. 😉

D8 personalizzato, con “artu” su quattro delle otto facce. Sono troppo egocentrico se dico che è un dado esaltante? 😛 Un regalo bizzarro ma piacevole.

Mini-set da D&D, un regalo incredibile che mi è piaciuto davvero moltissimo. Sono i sette dadi canonici, ma in scala molto ridotta. Mi piace anche il colore, perfettamente adeguato per qualcosa di putrefatto e/o velenoso… a buon intenditor… 😆

I Set, ventiquattro piccole famiglie di sette dadi l’uno, contenti ognuna un dado da 20, 12, 10, 8, 6, 4 facce, e un dado %. Colori e combinazioni diverse, in base a campagna, personaggio o umore. Massimo uso durante D&D, e anche nel Sistema Sperimentale D20. Ogni set ha una sua storia, per alcuni più attiva, per alcuni più emotiva, per alcuni di attesa. Ma tutti hanno la loro, e tutti sentono un forte senso di comunità.

I set a tema, 6+1 set tematici. Dal basso verso l’alto, set dei grandi antichi (we all <3 Lovecraft), set foresta, set foresta in rilievo, set elfico-demoniaco (a mio parere più demoniaco che elfico), set steampunk, set tech, e un bizzarro set auto-costruito del drago dove il D6 è sostituito da 6 dadi più piccoli con l’effige del drago sul numero sei. A qualcuno fischiano le orecchie? 😛

 

 

Attualmente la famiglia comprende 621 dadi. Grazie di cuore a tutti coloro che, sempre più numerosi, mi hanno regalato piccoli nuovi membri di questa famiglia che, ormai sappiamo benissimo, continua a crescere.

Grazie, davvero grazie di cuore a tutti voi.

 

Al prossimo anno!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 27 ottobre 2015

    […] Ottobre 2014, “La Grande Famiglia allargata di Dadi (IV)”. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *