Gdr: Gruppi di Gioco

 

Ho avuto la fortuna, in questi anni da giocatore di ruolo (Master e Giocatore) di conoscere e frequentare molte persone.

Molti arrivano e molti se ne vanno, alcuni ritornano, altri spariscono. C’è chi smette e chi si appassiona per la prima volta, c’è chi resta sempre un po’ a metà strada tra il coinvolgimento e la semplice routine come c’è chi dalla prima sessione capisce cosa vorrà fare. Ci sono quelli che si esaltano, e quelli che calcolano. C’è chi è caloroso e chi è timido, chi è espansivo e riservato, chi ama giocare e chi ama “l’altro lato della barricata”, c’è chi è per un gioco piuttosto che per un altro, e c’è a chi basta giocare.

Potrei andare avanti per ore, ma tagliamola qui.

Quello di oggi è un pensiero dedicato ad alcuni dei tanti gruppi di cui ho fatto parte o di cui sono ancora parte. Purtroppo (ahimè) ho poche foto, quindi per molti gruppi userò disegni o immagini in qualche maniera collegate a quel gruppo o quella specifica campagna.

Ne ho scelti solo alcuni e li ho pubblicati così, senza alcuna graduatoria od ordine. L’articolo è dedicato a tutti, citati e non.

Grazie di cuore a tutti voi.

Davvero grazie.

 

 

 

 

Gli eroi della Battaglia della Piana

demon

Perché grazie a loro è stata creata una leggenda.

 

I Ritualisti Anonimi

Kabula

Kabula

Perché quando un mago, uno stregone, uno sciamano, un druido e un lich decidono di formare un gruppo solo per affrontare qualsiasi avversità tramite rituali magici… Il risultato è garantito.

 

La Compagnia di Westfall

Sentinel Hill

Sentinel Hill

Perché insieme a loro è stata creata vita dove nessuno pensava potesse crescere, e dove difficilmente qualcuno avrebbe detto che potesse continuare.

 

Nauto e Alex

Nauto e Alex, insieme ovviamente a tutti gli altri. Anche con quei due un po’ in disparte.

Perché ogni momento insieme a loro è stato leggendario, caloroso, forte, vivo.

 

I soci fondatori de “All’Ombra della Quercia”

(da sinistra verso destra) Thanor Cuordimetallo, Giuseppe Cortesi, Nelium Oleander, Laren Dorr

(da sinistra verso destra)
Thanor Cuordimetallo, Giuseppe Cortesi, Nelium Oleander, Laren Dorr

Perché alla fine tra potere, denaro e conquiste hanno sempre scelto l’amicizia, la condivisione e la fiducia. Sempre all’Ombra della Quercia.

 

I Compagni dei due primi Lysander

mago nero

Mago nero

Perché anche se di loro si parla pochissimo, sono coloro che lo hanno fatto nascere.

 

La seconda drammatica pausa di oscurità

Kheratus, Arcimago

Kheratus, Arcimago

Non è stata la prima, ma anche nell’oscurità si può trovare vita. Magari non sarà gradevole, ma sarà sempre vita. E non mi sto riferendo all’Arcimago.

 

Cavalieri, Ladri e Valchirie

Perso (sinistra) e Ferej (destra)

Perso (sinistra) e Ferej (destra)

Perché non ci sono compagni migliori che un Paladino possa avere.

 

I figli dei Cavalieri, dei Ladri e delle Valchirie

scampagnata su per le colline

Si va in gita in montagna trullala…

Perché non importa non avere discendenti diretti. Nei figli dei miei amici vive tutt’ora anche quel Paladino compagno di avventure dei genitori.

 

I Compagni del Signor Inquisitore

Inquisiton

Perché l’Imperatore è nostro scudo e protezione, il Signor Inquisitore ci ha scelto, e adesso noi siamo noi. Insieme.

 

Il Diario della Rosa dei Venti

Il Diario della Rosa dei Venti

Kher, Taran, Rosetta, e tutti i nostri amici

 

Perché esistono forme di amore che difficilmente possono essere capite senza averle provate almeno una volta.

 

Lo strano caso del gruppo di D&D

aaa

Da sinistra verso destra: Hares (monaco umano), Eilgalash (druido mezz’elfo), Vaan (guerriero umano), GM / Vassily (ladro umano), Nadia (strega umana)

Perché vi si trova un druido caotico malvagio che si millanta neutrale, un monaco legale buono dall’interiore furia omicida, una padella deambulante, un orbo cleptomane e una strega bellissima aromatizzata al goblin. Serve altro?

 

La barzelletta delle terre perdute occidentali

Tavolo da Sine (one-shot)

Tavolo da Sine (one-shot)

Perché un tedesco, un inglese e un italiano nelle terre perdute occidentali sopra un sidecar suona molto come l’inizio di una barzelletta. Ma alla fine hanno molta più vita di quello che dall’esterno potrebbe sembrare.

 

I Mille Volti del Potere

Demone di Slaanesh

Demone di Slaanesh

Perché la corruzione risiede nel corpo, nello spirito e nell’anima. Ed essa, a differenza delle credenze più diffuse, può essere realmente abbracciata.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *