Dark Heresy: squadra operativa dell’Ordo Malleus

 

I granelli di sabbia scendevano all’interno della clessidra uno dopo l’altro, un piccolo e silenzioso flusso delicato e semplice come il vetro privo di decorazioni in cui era contenuto. Quell’oggetto così piccolo era diventato il terrore di un numero enorme e imprecisato di Eretici, Traditori, Cultisti e ogni altro aberrante nemico dell’Imperium. La sola vista di quell’oggetto causava un tale timore e panico nelle menti di questi infami corrotti da spingerli a confessare tutti i loro crimini semplicemente grazie alla sua presenza. Sua, e del Lord Inquisitore che la possiede.

Il Lord Inquisitore Torquemada Coteaz, capo di migliaia di Accoliti e Difensore Supremo del Settore Formosa, aveva accolto in udienza privata un suo fratello Inquisitore.

 

“Lord Inquisitore, i miei più sentiti omaggi. Vi sono grato per il tempo che avete deciso di dedicarmi.”

“Signor Inquisitore, siamo noi a porgerle omaggio, soprattutto successivamente al grandioso successo della sua operazione. Lei e i suoi accoliti avete dimostrato quanto una Fede incrollabile possa rendere inamovibile la volontà dell’uomo, persino contro una delle più pericolose manifestazioni dei Poteri Perniciosi. Siamo noi ad essere grati del suo successo, Signor Inquisitore.”

“E’ per questo che avete desiderato il nostro incontro, Lord Inquisitore?”

“Signor Inquisitore, desideriamo che lei e i suoi Accoliti entriate a far parte del mio personale gruppo operativo, Signor Inquisitore.”

 

Inquisitor_Lord_Coteaz_&_Psyber-EagleLa clessidra continuava a segnare lo scorrere del tempo.

Quanto erano diverse quelle due figure.

Il Lord Inquisitore era imponente. Imponente come un giustamente doveva essere un Lord Inquisitore Comandante, sempre in prima linea contro i Poteri Oscuri, sterminatore di Demoni grazie al suo possente Maglio brandito con ferocia e possanza, visione maestosa all’interno della sua armatura potenziata e ricoperto dei Sacri Simboli dell’Inquisizione. Il suo seguito comprendeva migliaia di accoliti dalle capacità più disparate, persino altri Inquisitori con i loro rispettivi accoliti.  I campi di battaglia in cui aveva sconfitto la corruzione degli Dei Oscuri erano innumerevoli. Persino il suo famiglio servoteschio incuteva timore grazie a forza e magnificenza, essendo modellato nella forma simbolo dell’Imperium, l’aquila bicefala.

Il Signor Inquisitore era … diverso. Non era debole, ma sicuramente non aveva l’imponenza fisica del suo superiore. Non aveva mai indossato un’armatura, limitandosi a dei completi neri e a spartani simboli dell’Inquisizione portati con orgoglio e in vista, ma non ostentati. La sua unica arma era una spada potenziata perfezionata, dalla mirabile fattura, ma raramente usata negli scontri, nonostante il Signor Inquisitore affrontasse le battaglie in prima linea tanto quanto il Lord Inquisitore, e sempre con i suoi Accoliti, un numero estremamente ridotto rispetto a quelli del suo superiore, mai più di nove o dieci seguaci in totale. Nulla, corrisposto alle migliaia del Lord Inquisitore.

 

“Lord Inquisitore, sono onorato della vostra proposta, ma non credo che la miglior utilità della mia squadra operativa sia direttamente ai vostri ordini.”

“Signor Inquisitore, i suoi accoliti sono già diventati una squadra operativa, Signor Inquisitore?”

“Ufficialmente non ancora, ma capirete che dopo l’accaduto il tutto si è ridotto ad una mera formalità.”

“Signor Inquisitore, crediamo di poterla aiutare in questa necessità. Fateci arrivare il prima possibile una scheda operativa dettagliata della sua squadra, vedremo di inserirla immediatamente nei nostri registri, Signor Inquisitore.”

“I miei logistician la hanno già preparata per voi, Lord Inquisitore. Lo scambio di informazioni è già in atto. Non capisco come mai non sia stato informato prima.”

 

[…]

 

“Un errore? Assolutamente no, ho controllato personalmente più volte tutti i dati. Ogni informazione è corretta.”

“Chiedo perdono, Sapiente De Guille, ma deve esserci per forza un errore. La squadra operativa dell’inquisitore Alexander non può essere quella che ci ha presentato. Nessuno mette in dubbio la sua sapienza e competenza, ma lei non è troppo vecchio per far parte di una squadra operativa?”

“Il SIGNOR Inquisitore Alexander Innocent Constantine ha scelto personalmente ogni singolo membro della squadra, me compreso, quindi comprenderà che ho certe difficoltà a perdonare la sua insolenza. Preferisce parlane con il Confratello Sprenger?”

“Per l’Imperatore, assolutamente no! Ma Sapiente, cercate di comprenderci, nessuno di voi è adatto ad essere inserito in una squadra operativa! Con quale presupposto dovremmo presentare una tale presunta squadra al Difensore Supremo del Settore?”

 

[…]

 

“Signor Inquisitore, sappiamo cosa sta pensando. Ancora una volta le rammendiamo quanto la nostra scelta sia stata necessaria. Riusciamo quasi a sentire le sue parole a proposito della mancanza di coordinazione dovuta alla necessaria catena di comando all’interno delle centinaia e centinaia di sapienti al mio seguito, indubbiamente causa di questo lieve ritardo. Ma le Guerre non si vincono con una decina di uomini, e tutte quelle che abbiamo combattuto e vinto le abbiamo proprio concluse grazie alle migliaia e migliaia di uomini che sotto il mio maglio hanno schiacciato i seguaci dei poteri perniciosi, Signor Inquisitore.”

“Lord Inquisitore, voi mi leggete come un libro aperto.”

“Signor Inquisitore, sappiamo benissimo che è così solo perché lei ce lo consente, Signor Inquisitore.”

“Voi non conoscete davvero i vostri compagni, Lord Inquisitore. Forse non li reputate nemmeno tali. Io si. Voi vincete le Guerre con migliaia di servi, io preferisco un piccolo gruppo di compagni.”

 

[…]

 

“Ciao ragazzo, fammi un piacere: apri l’armeria che lo zio Leforto deve ricaricare la belva.”

“??? Signore, lei-”

“Occheppalle aveva ragione Krall. To’ guarda, inquisizione. Apri la porta.”

“…”

“Beh? Non hai visto? IN-QUI-SI-ZIO-NE. Apri la porta.”

“Siamo TUTTI dell’Inquisizione, qui. In questa nave sarebbe un problema non avere l’anello, non di vantaggio possederlo.”

“TUTTI? Anche il ragazzo dell’armeria??? TU??? Stracazzo che roba, adesso ho capito come fa il Lord Inquisitore ad avere migliaia di accoliti. Li piazza persino nelle armerie!! Roba da matti. E io come faccio a ricaricare il folgore, ragazzo?”

“E’ una batteria. La attacchi a qualsiasi postazione della SUA nave visto che non le piace come gestiamo la nostra!”

“Eeeeeeeeeeeh quello potrebbe essere un problema. Il viaggio è stato un po’ incasinato. Noi tecnicamente non abbiamo una nave, adesso.”

 

[…]

 

“Signor Inquisitore, per quanto noi non si condivida la sua scelta, abbiamo deciso di approvarla e notificarla. A breve lei e i suoi accoliti sarete ufficialmente una squadra operativa, Signor Inquisitore.”

“Di questo vi sono molto grato, Lord Inquisitore.”

“Signor Inquisitore, c’è solo un’ultima cosa che vorremmo sapere. Ci è arrivata notifica che lei ha rifiutato tutto quello che i miei Logistician le hanno offerto quando è arrivato, nonostante lei abbia perso praticamente tutto nel suo ultimo viaggio. Ci siamo soprattutto chiesti come mai la Acriter Indignatio, vetusto incrociatore da innumerevoli anni all’interno della flotta della Guardia, non sia risultata di suo gradimento, Signor Inquisitore.”

“… Vi domando scusa, Lord Inquisitore, se il mio comportamento vi ha offeso. Non ho rifiutato la nave che mi avete offerto come l’equipaggiamento perché non le reputassi di mio gradimento, ma perché non sono quelle che i miei compagni hanno scelto. Voi avete ottimi sapienti, validissimi logistician e strateghi di eccelse qualità, ma io ho i miei. La mia squadra utilizzerà armi scelte dalle mie guardie del corpo, non visionate tra offerte altrui, ma proprio scelte. Stesso ragionamento per la nave, non ho intenzione di portare la mia squadra su una nave solamente controllata o ispezionata dalla mia Tecnoprete, sarà lei a scegliere quale sarà la mia prossima nave. Chiaramente è possibile che i miei compagni scelgano esattamente le armi e la nave che ci avete offerto, ma desidero che la scelta sia nostra.”

“Signor Inquisitore, alle volte ci sembra quasi di ascoltare un politico, Signor Inquisitore.”

“E’ il marchio della Schola Progenium, Lord Inquisitore.”

 

[…]

 

SIGNOR INQUISITORE Alexander Innocent ConstantineInquisiton

GUARDIE DEL CORPO (2): Pavel Leforto, “Ferale” Kraal.

LOGISTICIAN (2): Sapiente De Guille, Tecnoprete Kim Visser

PRETE: Padre Sprenger

PSIONICO SANZIONATO: Jaiden “TinTin” Soldevan

AFFILIATO: Vidia

 

[…]

 

 

Sono successe davvero tante, tante cose… Una parte sono ancora da narrare, ma la maggior parte di esse sono state vissute. Non si può davvero comprendere cosa significhi senza aver mai partecipato ad una campagna così. Ma tra giocatori questo si capisce. 
E’ una sensazione meravigliosa.

Personalmente, spero con tutto me stesso che un giorno questo incredibile gruppo di accoliti possa di nuovo solcare gli spazi dell’Imperium. Lo spero davvero.

Grazie di cuore amici,
e a presto.

Arturo

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *