Dark Heresy: Il Rientro su Titano (I di II)

 

Titano, Saturno, Sistema Solare, Segmentum Solar.

Essere così vicini alla Sacra Terra e alla Luce dell’Astronomican causa a molti una sensazione di vero e proprio benessere, soprattutto se natii da mondi o (nel caso di Kim e Vidia) astronavi e stazioni spaziali lontane. Da qualunque parte dell’Imperium si provenga, nel Segmentum Solar ci si sente sempre un po’ “a casa”.

Il ritorno del gruppo di accoliti e del Signor Inquisitore è stato difficile ma … ma non così tanto. Erano stati avvertiti che sarebbero cambiati, e già prima di tornare nel Materium se ne sono accorti, perché tutto quello che hanno fatto nel viaggio di ritorno è stato difficile, si… Ma non così tanto. Non è solo una questione di esperienza, meno che mai di follia. È una questione di Forza, non solamente fisica, ma generata dalla Volontà dell’uomo che segue i sacri dettami e voleri dell’Imperatore.

 

Vi erano molte cose da fare non appena rientrati a Titano e nel Materium, ma alcuni accoliti ricevettero una dispensa speciale e alcune ore di permesso direttamente dal Signor Inquisitore.

La tecnoprete Kim Visser aveva qualcosa da dire al Fratello Capitano che li aveva addestrati prima del viaggio nel Warp.

 

Posso una parola, Fratello Capitano Stern?

Forse non si ricorderà di quel gruppo di accoliti che lei non aveva ritenuto in grado di sopravvivere l’entrata nel Warp. Ebbene quello stesso gruppo di accoliti, grazie agli insegnamenti, alla fede, alle azioni ma sopratutto … alla presenza del Signor Inquisitore Alexander Innocent Constantine, è riuscito non solo a entrare nel Warp ma a uccidere in quel luogo un Signore del Mutamento. Ha sentito bene: uccidere non bandire.

Oh, no, Fratello Capitano Stern, non c’è bisogno di ringraziare nessuno per aver svolto il suo lavoro meglio di quanto sappia fare lei stesso, davvero.

[Uscendo]

Le auguro una buona giornata, la mia non potrebbe essere migliore.

 

(Kraal ebbe il suo daffare a cercare di non ridere. Non lo fece con la bocca, ma con occhi e monosopracciglio decisamente si. TinTin era occupato a raccogliere Vidia, che era svenuto. Emozione o shock? Lo scopriremo al suo risveglio.)

 

Il Fratello Capitano Stern era livido. I pensieri correvano veloci nella sua mente, ma tra la confusione e l’incredulità non fece in tempo a spiccicar parola.

Il primo pensiero era che la tecnoprete fosse venuta a ringraziarlo per il suo addestramento, e quindi a scusarsi per il tempo che gli avevano fatto perdere. In fondo in ogni caso si sarebbe trattato di tempo perso, che avrebbe potuto impiegare in molti e migliori modi. Non si rese conto subito di essere stato insultato. Anche appena resosi conto dell’accaduto, non prese la cosa sul serio. Doveva essersi sbagliato, la tecnoprete non poteva aver appena offeso la sua competenza, abilità e l’esperienza in battaglia ottenuta in secoli di servizio. SECOLI! Bandiva demoni da prima che tutti quegli accoliti nascessero… Ma uccidere? No, impossibile. Era talmente assurdo da essere per forza una fesseria campata per aria. Non poteva essere altrimenti. Il Signor Inquisitore aveva reclutato dei bugiardi? Il Signor Inquisitore… Erano con lui? Quindi… NO, impossibile.

 

Il Fratello Capitano Stern iniziò ad aprire la bocca per rispondere mentre lo psionico trascinava via l’assassino svenuto, quindi la richiuse senza dire nulla e li fece uscire tutti. In fondo la tecnoprete era stata la prima ad uscire.

 

Dopo quasi un minuto dall’uscita degli accoliti, il Fratello Capitano si alzò e si incamminò verso gli alloggi del Signor Inquisitore. Lungo il tragitto, una goccia di sudore si staccò dalla testa del Cavaliere Grigio, scivolando lungo il suo collo e fermandosi sul tessuto a contatto con la sua schiena.

Si dice che uno Space Marine possa correre con un peso di circa 50 kg sulla schiena per diverse ore non solo senza affaticarsi, ma anche senza versare una singola goccia di sudore. È assolutamente vero, anzi, a dir la verità i chili potrebbero essere anche 100 per alcuni Marine… Ma ricordiamoci che la fatica non è l’unica cosa che può far versare gocce di sudore.

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *