Dark Heresy: la Biblioteca Nera

 

“ … La Biblioteca Nera è depositaria di tutte le più preziose conoscenze degli Eldar, in particolare tutto ciò che hanno appreso sui perigli del Caos. Fu il Caos a distruggere la loro immensa civiltà, e che ancora li minaccia dal Warp. I Segreti della Biblioteca non sono per gli sprovveduti o i semplici curiosi. All’interno delle sue camere sigillate giacciono tomi di magia oscura, neri incunaboli di sapere demoniaco e registrazioni di innumerevoli Culti del Caos sparsi per la galassia.”

 

“ … Di tutti gli Umani, solo una manciata di Inquisitori dell’Ordo Malleus hanno varcato i confini della Biblioteca Nera e solo sotto la scorta e l’attenta supervisione degli Arlecchini. Questi Inquisitori condividono un legame particolare con gli Arlecchini, dato che entrambi sono giurati nemici del Caos e comprendono fin troppo bene la minaccia che incombe sugli Eldar e sul Genere Umano.”

 

“Non porre mai una domanda ad un Eldar, perché egli ti darà tre risposte. E per l’Imperatore, saranno tutte e tre tanto vere quanto terrificanti.”

Inquisitore Czevak, Ordo Malleus, dopo la sua prima visita alla Biblioteca.

 

“ … Tutti gli Inquisitori che hanno varcato la soglia della Biblioteca si sono resi conto dell’influenza di quel luogo sulla psiche e sul corpo umano. I vari Inquisitori hanno “reagito” in maniera diversa, ma è possibile tracciare una linea generale per quanto riguarda le reazioni fisiche. Esse sembrano essere identiche per ogni essere umano, ovviamente a patto di parlare di individui abbastanza forti da resistere alla Forza della Biblioteca stessa.”

 

“La Tentazione corrompe l’animo più della Conoscenza stessa. Le poche persone che hanno varcato questa soglia hanno compreso veramente quanto sia importante e marcata questa differenza.”

Inquisitore Czevak, Ordo Malleus

 

“ … Le emanazioni psichiche della Biblioteca sono note (chiaramente in senso relativo) per avere effetti collaterali positivi sui tessuti umani, e in generale una forte influenza sulla mente dei suoi ospiti. Gli Arlecchini non sembrano esserne minimamente influenzati. C’è chi afferma in questi fatti una chiara scelta dell’Imperatore di benedire i suoi unici e prediletti figli al di sopra degli odiati xeno, ma la situazione è molto più complicata di così.”

 

“Non è un luogo che chiamerei Casa, ma esso vi è più vicino di altri. E adesso i miei compagni lo condivideranno con me. Un Accolito smette di essere solamente tale quando dimostra di essere più di un mero servitore. Non ho nuovamente varcato questa soglia accompagnato da sette accoliti, ma insieme a sette accoliti e compagni.”

Signor Inquisitore
Alexander Innocent Constantine,
Ordo Malleus

 

 

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. dikoleo ha detto:

    O dio… se Kim legge l’ultima frase siamo fregati.

  1. 12 settembre 2016

    […] Signor Inquisitore Alexander Innocent Constantine, in viaggio verso la biblioteca […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *