Dark Heresy: la fine del Signore del Mutamento

 

“Ingannare”, v. tr.
1. Indurre in errore: ingannò l’avversario con una finta; anche con soggetto inanimato: l’apparenza inganna (prov.)

Molto difficilmente si può dire di aver “ingannato” un Signore del Mutamento.

Non perché questi esseri siano iningannabili, beninteso.
Semplicemente la prospettiva tra le loro capacità e quelle del folle che potrebbe mediamente tentare di ingannarli è quasi incommensurabile. Non infinita, un Signore del Mutamento non è una Divinità, ma è pur sempre un Demone Maggiore, e come tale la differenza tra la sua mente e quella del suo avversario medio è pur sempre enormemente grande. Non infinita, non incolmabile, ma immensa.

La storia ricorda un certo numero di individui che hanno “ingannato” un Signore del Mutamento. O meglio, un certo numero di individui che credevano di aver ingannato un Signore del Mutamento, solo per scoprire di essere stati beffati a loro volta.

 

Ricordiamo lo Studioso, che si convinse di aver redatto un “contratto” inespugnabile. Nella sua ingenuità credeva che il Demone sarebbe stato vincolato a seguirlo. Non lo era minimamente, ma per suo puro divertimento decise di seguirlo lo stesso e sfruttare limiti, cavilli e debolezze di quel “contratto inespugnabile”. Ovviamente vinse il Signore del Mutamento. E si divertì pure nel farlo.

Ricordiamo il Campione dell’Imperium, il Marine che più e più volte affrontò e “sconfisse” questo demone. Un “semplice” Marine non possiede l’autorità concessa dall’Imperatore agli Inquisitori o a figure leggendarie come i Cavalieri Grigi, infatti il Demone dopo ogni sconfitta riusciva a riapparire piuttosto facilmente. Quello che il Marine non sapeva e che sfuggì persino al Cappellano è che dopo ogni scontro con la Creatura la mente del soldato veniva lentamente esposta al Caos. Caos che, dopo molti anni di scontri e “sconfitte”, corruppe un nuovo soldato e la sua intera compagnia. Cosa volete che sia il lasciarsi sconfiggere una decina di volte in scontri fittizi quando il palio vi è la corruzione lenta e inesorabile di cento Space Marine? Il titolo di Manipolatore dei Destini non è certo puramente onorifico per queste immonde creature.

 

 

Non so se “ingannare” sia il termine migliore per quello che è successo, ma una cosa è certa. Abbiamo fregato un Signore del Mutamento.

ED È STATO IL FERALE!

 

So già che quando lo racconteremo a casa non ci crederanno. Chi crederebbe che un FERALE possa sconfiggere un Demone Maggiore di Tzeentch?

Eppure è andata così.

 

Parola di Sapiente, giuro che è andata così.

 

Saggio De Guille,
sapiente al seguito dell’Inquisitore Alexander Innocent Constantine,
Ordo Malleus.

 

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Kim ha detto:

    Adesso bisogna solo andarlo a riferire al Fratello Capitano Stern, che nonostante sua grandissima esperienza aveva predetto un esito un po’ diverso. Non vedo l’ora 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *