Dark Heresy: “Il Sangue dell’Imperium”, la partenza da Titano

Titano, la fortezza-monastero dove i Cavalieri Grigi si formano, si addestrano e si preparano alle loro battaglie. Luna di Saturno, si trova non solo all’interno del Segmentum Solar, ma proprio nel Sistema Solare. La purezza di questo luogo, la vicinanza alla Sacra Terra e alla potente luce dell’Astronomican rendono questo luogo, sia nel nostro mondo che nell’altro, molto … pacifico. Chiaramente la “pace” alla maniera dell’Imperatore, ma questo probabilmente era chiaro, no?

Il gruppo di accoliti ha terminato il suo addestramento, riuscendo a sopravvivere alle estenuanti sessioni di pratica e alle ipnoterapie, e nel caso di Kim (l’unica che sia riuscita, fisicamente, a reggere e quindi sfruttare appieno l’intero allenamento) ad ottenere grandi benefici da esso.

Terminare questa parte del loro percorso ha comunque “aperto gli occhi” agli accoliti sugli Space Marine, nello specifico sui Cavalieri Grigi. Per citare la nostra Tecnoprete Kim, “I Marines si fanno le seghe allo specchio.”. E questo dice tutto. Vidia da parte sua ha preferito dire che “Se torniamo vivi su Titano io LO FACCIO SALTARE!”. Kraal e Jaiden sono stati più per le loro, almeno su Titano.

 

E adesso?

 

Cavaliere Grigio

 

[…]

 

 

Solo adesso posso dire di aver visto la vera luce dell’Astronomican. E per quanto il dolore ai miei occhi sia stato causato dagli impianti dei Navigator, la Sua Luce non è mera Luce, è Forza, un colpo diretto alla mia anima nuda e misera nei confronti della Volontà dell’Imperatore.

– Psionico Sanzionato Jaiden “Tin-tin”

 

Il Signor Inquisitore ha ragione. Ho fallito. Che l’Imperatore perdoni la mia anima, e accetti il sangue di ogni empietà che distruggeremo nel Suo nome come misera e patetica ammenda alla mia gravissima colpa. Che il suo Odio risplenda quanto la sua Gloria, che la sua Volontà sia dispensata nella morte sul campo di battaglia.

– Padre Sprenger

 

Cazzo di quella troia sbragata, merda fumante cagata dall’ulcerato lercio sfintere dell’universo, MA PORCO STOCAZZO noi COSA CI FACCIAMO IN QUESTA MERDA???

– Sergente veterano Leforto

 

Primo balzo effettuato con successo, ricongiungimento effettuato ai ponti di lancio. Decollo immediato, litania di devozione mechanicus registrata, e sacrificio della Mortis Probati. Per fortuna quella “cosa” immensa di cui ha parlato il Signor Inquisitore non ci ha notato… Adesso stiamo navigando nell’Immaterium, alla ricerca del segnale. Abbiamo caricato i due veicoli dal numero seriale gemello, sono quelli che hanno risposto meglio alle “sollecitazioni” o preghiere della nostra Tecnoprete. Sono un Chimera e un Basilisk. Credo che Leforto sia quasi crollato quando ha scoperto che saremmo usciti nell’Immaterium con solamente un Chimera e un Basilisk, ma il Signor Inquisitore ha detto che nessun altro veicolo ha “risposto” meglio di quelli alla nostra Tecnoprete, e che questo sarà fondamentale quando “atterreremo”. Atterrare… Su cosa, mi chiedo? Se quelle cose sono più grandi di uno dei nostri Incrociatori da Battaglia, non potremmo scambiarle per “terra” e atterrarci sopra?L’Imperatore ci protegga.

– Saggio De Guille

 

Mortis Probati,
e il suo ultimo viaggio nell’Immaterium

 

 

Troppi pensieri. Stanno ancora pensando tutti. È umano avere paura, e questo significa che sono ancora umani. Questa è una cosa che nessun Marine può più capire.

Alexander Innocent Constantine

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. lherian ha detto:

    Grazie a Vidia per la rappresentazione della … “cosa” che ha squarciato lo scafo della nostra nave durante il suo ultimo viaggio.
    – Tin-tin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *