Cyberpunk 2020, introduzione

” Sei un Cyberpunk! Ti afferri con disperazione a questa vita che ti sta riducendo ogni giorno sempre più simile ad una macchina. Hai spinotti nelle tempie, armi fuse ai muscoli delle braccia, laser negli occhi, software e biochip nel cervello. Non hai più un’anima! sei diventato l’auto che sfreccia, l’arma che spara, l’uomo-interfaccia che con dita cibernetiche si inserisce nella rete informatica per leggere il futuro.”

 

Il mondo di Cyberpunk è un luogo violento, pericoloso, dove i tradizionali valori di Bene e Male sono stati sostituiti dai più bassi istinti di sopravvivenza. Chi è ancora legato all’idea che sia giusto vivere per il bene e per i sani principi, lo fa a suo rischio e pericolo.

I personaggi cercano di sopravvivere in un mondo senza pietà. Devono fare scelte precise e, di conseguenza, trasformarsi in predatori di un mondo in rovina, oppure conservare un brandello della perduta umanità. Sono eroi in un mondo allo sfascio, ribelli con una causa da difendere: una causa per la quale sono disposti a sporcarsi le mani, anche a costo di commettere i più efferati crimini, eludendo le potenti forze della corrotta e (quasi) onnipotente autorità.

Sii un vero Cyberpunk: interpreta il tuo personaggio cinico e distaccato, con un pizzico di idealismo. Non importa se sei un rozzo Nomade con artigli o scorticatori impiantati, o un frivolo damerino biomanipolato con fibre cyberottiche e coda all’ultima moda; crea il tuo stile di vita, il tuo modo di vivere e pensare.

Per comprendere fino in fondo questo genere di vita, bisogna assimilare tre concetti fondamentali.

 

1) Lo stile conta più della sostanza. 

Non importa cosa fai, ma il modo in cui la fai. Se qualcosa va storto, comportati come se tutto procedesse come previsto. Di solito l’aspetto ed il modo di vestire non hanno grande importanza nei giochi di ruolo; in questo mondo, invece, bastano un giubbotto di pelle corazzato e lenti a specchio per essere presi in seria considerazione.

 

2) L’atteggiamento è tutto.

È la pura verità: se pensi in modo pericoloso, sei pericoloso. Ricorda negli anni 2000 tutti hanno congegni letali ad alta tecnologia. Nessuno resta impressionato dalla tua pistola intelligente H&K nuova di zecca se non entri nel night con l’aria di chi la sa usare! Sulla strada tutti hanno una gran voglia di attacar briga. Non limitarti a “camminare”: procedi con passo sicuro e baldanzoso. Non guardare nessuno senza assumere l’aria da assassino. Usa il miglior sorriso del tuo repertorio, quello che dice:”Io sono più cattivo di te!”. Non restare in casa o nel cubo in attesa del prossimo lavoro, vai fuori, entra nei night e nei bar, cercando di trovarti sempre nel posto giusto quando il gioco si fa duro…perché è allora che i duri cominciano a giocare!

 

3) Vivi sul filo del rasoio.

Questo è il sistema di vita di chi è disposto a rischiare. In questo modo si rischiano il denaro, la reputazione e, naturalmente, la vita, per un vago ideale o per un bel colpo. Ricorda che sei un Cyberpunk: vuoi sempre essere dove c’è l’azione, dove inizia la rivolta dove scoppia l’incendio. Persegui grandi cause e lotta per grossi risultati. Scagliati a testa bassa contro il pericolo. Non giocare mai sulla difensiva. Corri sul filo del rasoio, sii un vero “Bladerunner”!


Questi tre concetti sono anche parte delle quattro regole del Cyberpunk.

1)      Lo stile conta più della sostanza
2)      L’atteggiamento è tutto
3)      Vivi sul filo del rasoio
4)      Infrangi le regole.

 

Serve altro?

No, non credo.

 

 

Cyberpunk 2020

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *