Vampiri: Il Requiem – Le Tre Tradizioni

 

La Prima Tradizione (la Masquerade)
Non rivelerai la tua natura a coloro che non appartengono al tuo Sangue. Se lo farai, rinuncerai ai tuoi diritti di sangue.

La Seconda Tradizione (la Progenie)
Genererai un altro a rischio e pericolo tuo e della tua progenie. Se creerai un infante, toccherà solo a te portarne il peso.

La Terza Tradizione (l’Amaranto)
Ti è proibito divorare il sangue del cuore di un altro della tua razza. Se violerai questo comandamento, la Bestia si ciberà del tuo sangue.

 

 

 

Leggi, regole, principi.

All’interno della società dei Fratelli, le tradizioni rappresentano i pilastri più importanti in assoluto, talmente intrecciate all’esistenza stessa dei Fratelli che ogni vampiro, successivamente all’abbraccio, impara le tre formulazioni ad un livello istintivo.

La Prima Tradizione rappresenta l’aspetto più importante della società  dei vampiri, ovvero la “Masquerade”. Se non ci fosse, l’esistenza dei vampiri sarebbe stata svelata alle masse già da molto tempo, mettendo a repentaglio la sopravvivenza dell’intera razza. La violazione della Masquerade viene di solito considerata uno dei crimini più gravi che un Fratello possa commettere e, a seconda del giudizio, le infrazioni più dannose possono anche essere punite con la Morte Ultima. Non è infatti un segreto che nonostante sia chiaro a tutti quanto questa prima tradizione debba essere assolutamente rispettata, puntualmente qualche Fratello (magari tra gli infanti o tra i membri meno accorti di una Coterie) pensa di poterla sottovalutare o addirittura infrangere impunemente. Per questo la repressione, solitamente, è molto rapida e soprattutto molto severa

La Seconda Tradizione è forse quella che provoca più dibattiti, confusione e costernazione tra i Fratelli. Per come è  formulata, nessun vampiro sarebbe incentivato a creare un infante e perpetuare la specie. Eppure, i Fratelli non solo continuano ad esistere, ma anche a moltiplicarsi! Questo è il più grande paradosso dei Fratelli come specie, o almeno di quelli che hanno una vera fede nelle Tradizioni. Ovunque vadano ricercate le origini di questa Tradizione, resta il fatto che il suo messaggio è stato corrotto con il passare del tempo, e sebbene pochi Fratelli neghino che sia sbagliato perpetuare la razza dei Dannati, molti si ribellano al modo in cui l’osservanza della Tradizione viene imposta alla notte d’oggi, soprattutto da parte di quei Principi che si lascino andare troppo spesso a contraddizioni palesi o evidenti.

La Terza Tradizione è quella che, a conoscenza di tutti, viene violata più spesso in nome del potere e del desiderio personale. Sono innumerevoli le dispute all’interno delle corti a proposito della formulazione di questa tradizione, e di conseguenza sull’applicabilità della stessa. Il concetto di Potere è profondamente intrecciato con l’atto della completa distruzione di un altro Fratello, al punto da berne il sangue del cuore, e assorbirne quindi l’anima e le capacità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *