Regna Draconum: alcuni dei primi passi

 

(Aron, Imrahil, Lann, Leonard)

 

L’Incontro (necessaria premessa)

A: mi raccomando Imrahil, dobbiamo essere discreti e non farci riconoscere!

I: certo, mio signore.

(entrano in locanda)

Oste: Mio signore!! MIO DUCA!! SANTITA’!!!!

I: … Avremmo dovuto avvisare l’oste dalla sua idea di “discrezione”, signore.

 

L’Incontro

(Aron e Imrahil sono andati a mangiare nella loro stanza. Due persone al banco si voltano stupite verso l’Oste)

Leo: mi scusi ma… chi era quel tipo?

O: non lo avete riconosciuto??? E’ il figlio primogenito del Duca Sauli! Colui che erediterà il nostro ducato alla morte del padre!!

L: Davvero? interessante… MOLTO interessante. (geppo)

 

La situazione dell’erede del Duca era semplice e complessa nello stesso momento. Aron aveva, e ha tutt’ora, bisogno di capire quello che significa essere il Duca Sauli. Il Ducato di suo padre era diverso dagli altri, e questo lo sapeva, ma quanto in profondità la “libertà” aveva influito sul popolo? Il Ducato Regio è un luogo di cultura, sapere, ricerca, sperimentazione, magia, filosofia, fede… Squisitamente intellettuale, anzi, quasi esclusivamente intellettuale. E tutto ciò nonostante la presenza di Conti, quindi nobili, imparentati agli Hoffmann e ai Sauli. Il Ducato Hoffmann, invece, era l’opposto, una terra estremamente rigida e strettamente controllata da disciplina e tribunali militari. La forza dei draghi rossi sembrava essere in comunione con il sangue della dinastia Hoffmann.

La facilità del compito di Aron era palese. Viaggiare, osservare, apprendere e riflettere. Molto meno semplice era prendere la decisione su COME fare ciò, e su come cercare di continuare a mantenere la propria decisione. Aron decise di viaggiare in incognito, o almeno la sua idea era provarci. Non iniziò molto bene. Ma in fondo così incontrò due nuovi compagni. Quindi è andata davvero così male?

Per due di loro, forse…

 

Leonard & Imrahil

Leo: ma tu sei un Elfo! Voi elfi siete bravi in queste cose!

I: gli stereotipi sulle razze ricadono molto spesso nel razzismo, Leonard.

Leo: ah si? E perché a te importa? Tanto sei un elfo!

 

Leonard & Imrahil II

I: non devo bere, non reggo l’alcool.

Leo: mah, come vuoi te. Tanto hai l’elfico per dimenticare! Ti perdi nel filosofeggiare e nella grammatica elfica e ottieni lo stesso effetto di quando sei ubriaco, ovvero dire cose ridicole e senza senso senza renderti conto di quello che ti circonda.

I: … stai dicendo che quando parlo dico cose ridicole e senza senso senza rendermi conto di cosa mi circonda?

Leo: No! Solo quando parli in elfico. 😉

 

Leonard & Imrahil III

Leo: andiamo a caccia assieme Imrahil!

I: No! Insegnami a seguire le tracce, così poi ci vado da solo.

Leo: ma se andiamo insieme adesso la carne la prendiamo prima.

I: ma se adesso mi insegni, DOPO sarò finalmente libero dalla tua presenza.

Leo: =(

 

Leonard & Imrahil IV

Leo: ma tu davvero PRESTI ORECCHIO a quello che dicono?

I: perché, tu invece vuoi dare loro UNA MANO?

L: BAMBINI, smettetela!!

 

Leonard e Imrahil hanno subito legato. Sembra che il fato abbia messo insieme l’unico elfo della sua stirpe dotato di poca pazienza e scarsissima diplomazia insieme all’unico uomo che prova un’enorme gusto interiore a stuzzicare questa scarsa pazienza. Aron sopporta con nobile separazione questo loro continuo punzecchiarsi a vicenda, Lann si stufa molto più in fretta e difatti varie volte li ha anche sgridati. Quando aveva tempo, ovviamente. Lann è infatti molto occupato con lo studio dei suoi incantesimi di metamorfosi…

 

“Diario segreto e non ufficiale di Lann”

Cose da fare:

–          Spaventare l’elfo trasformandomi in un’elfa e svegliandolo al mattino: FATTO

gold coin–          Fottere soldi a negozianti trasformando temporaneamente sassi in monete d’oro: FATTO

–          Fottere TANTI soldi trasformando temporaneamente del ferro in una collana d’oro: FATTO, MA… (non mi hanno sgamato, ma lo hanno scoperto e in quella città è esploso il timore della truffa. Starò più attento!)

–          Trasformarmi in leonard con due braccia: FATTO (non gli è piaciuto)

–          Trasformarmi in Aron e tirarmela come nobile: eeeeh sarebbe bello… dovrò farlo un giorno di questi! Assolutamente divertente!

–          Scoprire come fare la metamorfosi permanente: CI STO PROVANDO. (Per ora mi trasformo in un Goblin!!! Si ok non è un gran guadagno, ma un passo alla volta…)

 

Aron, dal canto suo, sta iniziando a scoprire cosa significhi essere il figlio di un Duca incontrando altri nobili da solo e su sua esplicita decisione…

 

“Appunti” sulla politica

Apprendista: vogliate accomodarvi, il mio Maestro vi accoglierà a breve.

L: scusa, ragazzo, ma come si chiama il tuo maestro?

Apprendista: Enrico di Adunat, ovviamente.

L: … aha. D’accordo. Grazie.

(l’apprendista esce. Aron, Imrahil, Lann e Leonard restano soli nella sala)

A: =)

L:

I:

Leo:

A: cosa c’è?

Leo: chi è questo Enrico di Adunat?

A: non lo so. Perché, dovrebbe essere qualcuno di importante?

L: ma ADUNAT è la città di provincia di uno dei Conti del Ducato Regio!!!

A: aaaaaaah, d’accordo, allora è facile. La politica è complicata quindi mi sono scritto una serie di appunti dove tengo tutto segnato. Allora… Adunat, capoluogo della Contea sud del Ducato Regio! Il conte si chiama… …

Tutti: SI CHIAMA??????

A: … non me lo sono scritto. 🙁

Tutti: ……………………………………………………….

 

 

Il loro sarà un lungo viaggio…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *