La Compagnia di Westfall, una nuova fine (parte II)

 

GIORNO UNO

Arrivo a Booty Bay

 

La tigre bianca

(il gruppo sta compiendo l’ultima parte del viaggio che lo avrebbe portato fino a Booty Bay)

GM: fuori dalla strada, sopra una piccola collina al centro di uno spiazzo rado e senza alberi o cespugli, vedete una grossa e maestosa tigre bianca. E’ più grande delle tigri normali, sembra seguirci con lo sguardo.

R: se non ci attacca, ignoriamola.

P: sono d’accordo.

T: lasciamola stare, starà difendendo il suo territorio.

Y: UCCIDIAMOLA!!!!

P&T&R: ????

Y: CHISSA’ QUANTI SOLDI VALE!!

R: Ma pensi solo ai soldi?

T: Mi rifiuto di cacciare una bestia innocente!

Y: MA IO DEVO PRENDERGLI LA PELLE! LE ZANNE! GLI ARTIGLI!!

R: Sei pazzo.

 

Booty Bay, l’arrivo

Guardia Goblin: Ben arrivati, mi raccomando non fate disordine. La locanda più vicina è laggiù.

T: Grazie!

P: Molto obbligati, grazie.

R: Si, grazie!

Y: MA NON CAPITE??? DOVEVAMO PRENDERE LA PELLE DELLA TIGRE!!!

T: Ma basta, che palle!!! NO vuol dire NO!!

 

La locanda

(il gruppo entra nella locanda, tratta un po’ con il proprietario goblin, e infine si appresta a cenare, dopo aver sistemato la stanza e i cavalli)

Goblin: e quindi, ditemi, avete viaggiato bene?

Y: NO!! NON MI HANNO FATTO UCCIDERE LA TIGRE!!!

P: Oh cavolo, basta, non lo reggo più…

R: Basta scassare le scatole a tutti, e che diavolo!!

T: Yorghe, non scassare i coglioni! La tigre resta dov’è!!!

G: Ma… parlate mica di una grossa tigre bianca?

Y: Si, proprio quella!

G: Effettivamente credo ci sia una grossa taglia sulla testa di quella bestia. E anche la sua pelle, venduta, deve valere un bel po’.

Y: VE LO AVEVO DETTO!! DOVEVAMO UCCIDERLA!!

 

Il litigio a proposito della Tigre

T: va bene, c’è una taglia, e allora?? Non ci servono quei soldi, e quella tigre resta dov’è. Non è cattiva, è solo difensiva verso il suo territorio.

Y: Ma-

R: Niente ma! La tigre resta dov’è, e noi non andiamo a cercare guai! Domani mattina prendiamo dei posti sulla nave, paghiamo il pattuito e partiamo!!

Y: MA I SOLDI SONO-

P: ma abbiamo detto no! No, no, no e NO!!!

Y: Uffa…

 

 

GIORNO DUE

Spese Folli

 

Dal Diario di Phar

Durante la seconda giornata, ogni membro del gruppo si è dato alle spese folli. Essendo un posto non esattamente raccomandabile, abbiamo deciso all’unanimità di muoverci assieme. Per prima cosa Thordar è partito a comprare un’ascia bipenne, rendendosi conto di poterla comprare potenzialmente anche magica (con un piccolo prestito), ha deciso di prendere tempo e valutare anche la ricerca di un fucile migliore del suo, al posto dell’arma magica. Accompagnando Rayz all’asta, abbiamo cercato di vendere un po’ di fesserie ma con scarso successo, mentre Thordar ha trovato, tra i pezzi in vendita, uno stupendo archibugio a ripetizione, capace di sparare fino a cinque colpi prima di dover ricaricare (il tutto grazie ad un grosso tamburo). Prima di buttarsi nella spesa, considerando che l’asta sarebbe terminata nel pomeriggio, Rayz e e io abbiamo ricordato a tutti la questione primaria, ovvero prendere dei posti sulla nave per Ratchet. Quindi, prima di fare spese, siamo andati dal Goblin addetto alle prenotazioni, dove ci vengono lasciati dei biglietti per la nave piccola, che sarebbe partita due giorni dopo all’alba. La spesa è di 1100 monete d’oro. A questo punto si fa visita ad un incantatore, un negozio di talismani magici, un negozio di pergamene, un emporio, e ovviamente si ritorna all’asta per l’archibugio a ripetizione. Il pezzo viene vinto e consegnato con gioia a Thordar, mentre un pirata, sconfitto nell’asta da Rayz, sembra promettere guai futuri. La spese in generale sono state alte, ma tutti ne siamo usciti ben riforniti di incantamenti, filtri, pozioni, talismani, munizioni, approvvigionamenti, ecc…

Le spese sono state tutte completate con un bassissimo margine di errore, infatti siamo arrivati a fine giornata con ancora nei borsellini solo poche monete d’oro. Ovviamente Yorghe, non ancora arreso a non combattere la tigre bianca, ha colto ogni momento in cui si faceva presente quanto fossimo al limite delle nostre disponibilità economiche per inserire proposte di caccia alla tigre bianca. La questione è degenerata appena scoperta l’entità della taglia (10000 monete d’oro) e che, se il lavoro fosse ben fatto, con un po’ di fortuna si poteva ricavare almeno altrettanto dalla pelle, tramite la vendita ad un collezionista o un estimatore del genere. Più volte abbiamo represso la voglia di picchiarlo, o quanto meno di imbavagliarlo per non sentire più le sue assurde declamazioni a proposito della caccia alla tigre bianca.

La sera, terminati gli acquisti, siamo è andati a dormire. Il gruppo di pirati, senza nascondersi troppo, ci ha seguiti fino alla locanda, ma poi si è ritirato prima di ogni ostilità.

 

 

GIORNO TRE

Vagabondando per Booty Bay

 

Dal Diario di Phar

La baia che tutti (o quasi) amano.

Erano rimaste solo poche monete d’oro, ma in qualche maniera siamo riusciti a spendere anche un po’ di quelle. Un paio di monete qui e là possono fare miracoli se in mezzo ci sono goblin annoiati, ma pronti a diventare loquaci e chiacchieroni per molto poco. La giornata è stata passata camminando per le vie soprelevate della città, chiacchierando con Goblin o altri avventurieri, discutendo di armi con fabbri e artigiani, e tappando la bocca a Yorghe a proposito della sua fantomatica caccia alla tigre, e osservando tutti i vari … bè, “generi di conforto” che la città poteva offrire. Una locanda in particolare si è mostrata particolarmente ben fornita. In un altro momento avremmo forse potuto farci un passo…
Il gruppo di pirati capeggiato dall’uomo rimasto in ostilità con Rayz si è fatto vedere nuovamente. Per questo, in un momento sicuro, abbiamo cambiato locanda, e infine ci siamo ritirati a dormire. In fondo, era stupido restare nella stessa locanda e rischiare delle rogne la sera prima della partenza, no?

Quella stessa sera scoppia una accesa discussione a proposito di fare o non fare eventuali turni di guardia. Io e Rayz siamo favorevoli, Yorghe vorrebbe andare ad ammazzare la tigre bianca e Thordar è contrario. Alla fine la maggioranza prevede i turni, e tutti si apprestano a farli, volenti o nolenti….

 

 

GIORNO QUATTRO

La triste verità

 

La triste verità, atto 0: notte tra il terzo e il quarto giorno

(inizia il turno di Thordar)

T: *roll: insuccesso critico* … Ma vaffanculo, io i turni non voglio farli. (si sdraia) E buonanotte!

 

La triste verità, I

(Phar si sveglia)

P: (sbadigliando) ‘Giorno…

R: … zzz…

Y: … zzz…

T: Ronf-fiiiiii…. Ronf-fiiiiiii….

P: ??? Ma, dormono tutti? HEI, ragazzi!!! RAGAZZI!!!

R: …. eeeeh?

Y: uuu, giorno, giorno… sono sveglio…

T: Ronf-SNORT … … ancora cinque minuti. (si gira dall’altra parte)

P: Ragazzi, ma… … Non avevamo la barca ALL’ALBA?

R:

T:

Y:

Tutti: PORCA PUTTANA!!!!

 

La triste verità, II

(il gruppo si veste in fretta e furia, raccoglie le sue cose e corre al porto)

Tutti: c’è la barca??????

GM: test di osservare.

Tutti: ????? ma perché???? *roll*

GM: si, la barca c’è. All’orizzonte, beninteso, ma le vele bianche si distinguono ancora.

R: VAFFANCULO!!!!

 

La triste verità III

T: Stiamo calmi! Possiamo prendere un’altra barca!!

R: è vero, avevano detto che ne sarebbe arrivata e partita un’altra più grande tra una settimana. D’accordo, potremo far valere i biglietti…

P: sono Goblin, non ci cambieranno mai un biglietto perso.

R: Beh, ipotizziamo!! Abbiamo speso 1100 monete per questi biglietti che non  abbiamo usato, se prendiamo l’altra che sarà più costosa quanto sarà la differenza? Chiediamolo!!!

P: (confabula) sarebbe 3700 monete d’oro…

R: …

T: …

Y: …

P: Ma non ci fa valere i biglietti vecchi, quindi in realtà sono 4800. E se non erro noi, tutti insieme, non ne abbiamo nemmeno 100.

T: …

R: VAFFANCULO!!!

Y: Ammazziamo la tigre bianca allora?????

R. VAFFANCULO!!!!

 

Definiamo la situazione

P: siamo finiti in una LAS VEGAS FANTASY  e abbiamo finito tutti i soldi in meno di una giornata.

T: e ora siamo bloccati qui.

Y: Cacciamo la tigre!!

R: l’unica è prostituirsi per ottenere il denaro.

Y: CAC-CIA-MO-LA-TI-GRE!!!!

R: anzi, ripensandoci si prostituisce solo Yorghe.

 

 

E questa, infine, è la nostra situazione.
Usati tutti i nostri soldi, non possiamo più permetterci il viaggio.

E, nonostante le insistenze di Yorghe, non possiamo nemmeno andare così alla leggera alla caccia della tigre bianca, da cui solo oggi altre quattro persone sono state uccise. E senza tenere conto che il territorio esterno alla città, oltre che ostile (giungla), è anche trafficato da molte truppe dell’Orda. In queste terre, le morti per combattimenti con la fazione avversaria sono la norma… La sfida sembra essere decisamente al di sopra della nostra portata, ma come altro trovare cinquemila monete d’oro entro sei giorni?

La nostra nuova avventura è finita così, bloccati a Booty Bay, città fantastica per chiunque abbia da spendere, ma stretta per chi tira la cinghia, soprattutto se prima ha passato delle giornate spendendo e spandendo come noi.

E così, mentre noi cerchiamo scuse verosimili per giustificare alla Guarnigione di Westfall come mai siamo ancora qui a Booty Bay, lentamente cerchiamo una strada sicura, cercando di non far impazzire Yorghe nel mentre. Questo perché, da quando quella taglia è diventata la nostra apparente unica salvezza, Yorghe non solo ha deciso che la avremmo combattuta, ma ha anche già deciso che avremmo vinto! E quindi, da allora, non fa altro che continuare a scuoiare nell’aria una tigre immaginaria con il coltello, lamentandosi quando nella sua immaginazione questo lavoro non viene svolto bene, e riprendendo subito dopo a tagliare l’aria a fette con il suo coltello.

Comunque, anche se adesso abbiamo di fronte tempi duri, resteremo insieme.
Siamo la Compagnia di Westfall, e prima o poi riusciremo ad uscire da qui.

Insieme.

Phar

 

 

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Orthega ha detto:

    Siamo semplicemente fantastici.
    XD

  2. Psicognomo ha detto:

    Se proprio volete posso prostituirmi ma dubito che riuscirei a fare 3 mila monete d’oro in meno di una settimana. Per quanto mi duole ammetterlo … ehm … il mio pacco regalo …. non e’ cosi’ gr… ehm … avete capito no?
    PIU’ SEMPLICE AMMAZZARE LA TIGRE!!!!, ho gia’ un piano perfetto semplice semplice…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *