Geppo “Saponetta”, Leonard Vertighel, Padre Michael

 

Tre figure sono vicine in una stanza molto piccola, larga non più di due metri e lunga meno di cinque. Se fosse stata vuota non avrebbero avuto problemi di spazio, ma la presenza di un letto, una scrivania, due armadi, comodini, librerie, libri e fogli sparsi la rendevano piuttosto stretta per tre persone adulte. Calda, Viva, ma comunque un po’ stretta.

 

1: Siamo gli ultimi arrivati?

2: Ovviamente si, è chiaro! lasciate che mi presenti! Sono Geppo, Geppo il fuorilegge! Ma voi potete chiamarmi Geppo Saponetta. 🙂

3:… Geppo “Saponetta”? Il vostro è un soprannome curioso.

1: Effettivamente è inusuale…

Geppo: Ma è chiaro, è palese!! Io sono Geppo, quindi “Geppo” sta per “Geppo”. Fino a qui mi seguite??

1: Certo.

3:

G: Bene! Ora, “Saponetta” è il mio soprannome per tre differenti motivi. Primo tra tutti, sono un ladro inafferrabile! Un sicario Maestro!! Nessuno riesce a mettermi le mani addosso, SCIVOLO SEMPRE VIA! Sguish Sguish!!

1: Ah, capisco…

3:

G: Il secondo motivo dipende dalla pulizia! Sono sempre pulito e profumato, mi lavo molto spesso e detesto puzzare. Infatti mi porto sempre dietro del sapone, GUAI a rimanere senza!!

1: Certo, è chiaro.

3:

G: Infine, per spiegarvi il terzo motivo, è meglio se facciamo un gioco tutti insieme. Ora io spargo questa decina di saponette sul pavimento, il gioco per voi è raccoglierle tutte! Certo, si gioca meglio in spiaggia quando si è tutti in costume, o in piscina, ma anche qui potrà andare bene. 😉

3: Ho capito. Siete un maniaco.

1: ???

3: Siete un ladro, un fuorilegge senza scrupoli, ma che si lascia guidare più dagli istinti sessuali che dalla ricerca di denaro o ricchezze. Il vostro esprimere questi desideri morbosi a due sconosciuti lascia intendere un carattere piuttosto impulsivo ed estroverso… così come la vostra inarrestabile parlantina. Queste cose non erano nella vostra cartella personale.

G: Cartella? … Aaaaah parli della mia scheda?? si si lo so ma ho già fatto le correzioni a penna! Vedi, ho cancellato quella roba assurda sulla magia e ci ho scritto sopra “Impulsivo”, e poi non ho capito quel pezzo riguardante l’essere silezioso e di poche parole… così ci ho tirato una riga e ho scritto vicino “troppo modesto riguardo alle sue infinite qualità”. Adesso è fatta meglio. 😉

1: Cosa? Anche lei ha una scheda? Anche io! Sono Padre Michael, partecipo alla “Trame nell’Ombra”… Una storia contorta, devo dire. Non ho più l’età per certi complotti. Comunque, anche io ho una scheda! Volete vederla?

G: Davvero??? Fortunello, io non ho ancora una storia!! Comunque certo che voglio vederla, faccia-

3: No.

Michael: ? Perché no?

3: Padre, si rende conto di quanto sia personale quello che è scritto nella cartella, o “Scheda”, di ognuno di noi? Si, anche io ne ho una, ma non la tirerò certo fuori qui, ora e per voi. Padre, spero capirete che non è nulla di personale. A voi piacerebbe se qualcuno vi aprisse in due per guardarvi dentro?

G: A ME SI!!

3: Zitto, maniaco.

G: Sigh… 🙁

M: credo di capire quello che intende… Ma vede, io la penso in modo diverso. La Temperanza mi insegna ad evitare ogni forma di eccesso, ma la condivisione non lo è praticamente mai. Anzi, ci consente di evitare più facilmente il fanatismo o l’estremizzazione, confrontandoci con altre persone.

3: Voi riuscite ad amare, Padre?

M: Certo. L’amore è alla base di tutte le Chiese basate sulle Virtù, compresa la mia.

3: E allora vi invidio, Padre. Perchè non create la Vita, non la conferite ad altri, limitate la vostra stessa Vita secondo la Temperanza, ma riuscite ad amare e ad essere amato.

M: Lei chi è?

3: Vertighel. Leonard Vertighel.

M: Spero, con il tempo, di poter fare qualcosa per lei, Leonard.

Vertighel: Non credo, Padre. Conoscenza, Vita… Ho avuto tutto, ho creato tutto, ho condiviso tutto, tranne una cosa. E non credo che lei possa fare nulla al riguardo.

M: Vede, io… … Ma… dov’è la mia scheda? GEPPO!!!

G: Cos’è questa “Vera Fede” che è scritta qui? Suona tanto di chiacchiera metareligiosa senza senso.

M: Cos… Chiacchiera senza senso? … … … Restituiscimi la mia scheda, per favore.

G: va bene, va bene… Ecco, tieni. Bah… “Vera Fede”,“Filosofia”, e neanche un’abilità d’arma! Che spreco. Punti buttati.

V: Ora capite quello che intendevo, Padre?

G: COMUNQUE, tornando al discorso di prima, se è l’amore che cercate, POSSO PENSARCI IO!! Che ne dite di fare un bel bagno? Ho visto una vasca da quella parte… Posso lavarvi la schiena!

M: Effettivamente, credo che questo sia eccessivo.

G: ECCESSIVO? Ma no per me è un piacere!

V: Oh non ne dubito che per voi sia un piacere, sottospecie di pervertito sessuale, ma è per noi che la cosa non si preannuncia esattamente piacevole.

G: Ma si che è piacevole! Possiamo anche fare la versione nella vasca del gioco della saponetta!! divertentissimo!! certo, è una variante poco ortodossa della versione della doccia ma-

M e V: Zitto, MANIACO!!

G: Potrei offendermi… 🙁

M: Cosa dite, raggiungiamo gli altri?

V: Certo, andiamo.

G: Ignoratemi, su su, ingnoratemi… … … … E andiamo, allora… guastafeste… Tsk. Se non sapete divertirvi non date la colpa a me. IO ho proposto più volte differenti opzioni di giochi divertentissimi, certo se tutti vogliono fare i signori della filosofia e della religione non mi stupisco affatto che poi si lamentino di ogni singola cosa che gli capita. Bah… PERSONAGGI!!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

6 Risposte

  1. dikoleo ha detto:

    Sono commosso…sigh

  2. dikoleo ha detto:

    Zitto che è colpa della tua perversione se è un maniaco… e pensare che era un figo

  1. 10 aprile 2013

    […] profondità le radici di queste pagine. La mia prima apparizione ufficiale è datata 13 settembre (link), e da quel momento in avanti, in diversi tempi, sono tornato a comparire su queste pagine, un […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *