La Compagnia di Westfall, la fine

Il paladino alzò lo sguardo dai fogli che aveva appena finito di scrivere. Forse un po’ più vecchio, come se si fosse concluso un capitolo della sua esistenza… O forse un po’ più giovane, per l’energia che aveva ritrovato. Sicuramente diverso rispetto a prima che iniziasse la sua ultima impresa.

L’avventura era finita, ma il ricordo sarebbe sempre rimasto. Certe cose sono semplicemente troppo importanti, troppo sentite e vissute per essere dimenticate.

“E adesso… Bé, adesso devo scrivere solo le dediche.”

 

 

A Thordar, rumoroso, attaccabrighe ma indispensabile nano. In memoria di tutte le nostre gare al guerriero, e di tutte le volte che ci siamo salvati la vita a vicenda in battaglia.

A Rayz, compagno mago i cui incantesimi sono stati sempre utili. In memoria dei nostri assurdi piani, delle nostre tattiche, e ovviamente del tuo allegro famiglio nanico Zod.

A Yorghe, compagno ladro le cui frecce si sono sempre piantate nella mia corazza. Avrei fatto volentieri a meno dei tuoi colpi vaganti, ma pochi ingaggiano battaglia come fai tu, soprattutto se cagionevoli come te.

 

Tutto questo è per noi.

Ricordiamolo sempre.

 

La Compagnia di Westfall

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *