Trame nell’Ombra, Jago

 

Jakar (chiamato ormai quasi sempre Jafar) ha sviluppato una interessante teoria: creare un metaforico “labirinto” all’interno della sua mente per rendere più difficile che altri maghi possano leggergli la mente o i ricordi, cosa che lui stesso fa molto spesso rendendosi quindi conto di quanto possa essere pericoloso. La protezione così ottenuta è doppiamente utile considerando che lui stesso, grazie alla sua straordinaria memoria eidetica, sarebbe un soggetto interessantissimo per questo tipo di incantesimi, portandolo a rivelare una grande quantità di pericolose informazioni.

La parete negativa del suo lavoro è che quando lavora a questo suo “labirinto”, Jakar si concentra al punto di estraniarsi dal resto del mondo, diventando anche molto poco percettivo agli stimoli esterni, completamente perso nei suoi viaggi mentali… letteralmente.

 

(Jago, Jakar, Asterion, Grendell, Jin, Ariana)

 

Jago: CRAAA!! BIIIISCOTTO!!

Jakar: …

Jago: CRAAAA CRAAA!!!

G: quel pappagallo sta ingrassando. Gli diamo troppo da mangiare.

Ar: Solo troppo da mangiare? E’ un pappagallo viziato!!

Jin: e pensa solo a mangiare e cagare. Oltretutto non caga nemmeno più sulle spalle di Jakar…

Jakar: …

As: pazzesco. Parli di lui, ed è come se nemmeno sentisse. Sempre perso nei suoi viaggi mentali! HEI JAFAR, ma ti rendi conto che Jago vuole mangiare?

Jago: CRAAA!! BIIIIIISCOTTO!!

Jakar: …

G: Ma si, estraniamoci del mondo, viaggiamo per il mondo dei sogni illuminati senza controllare che qualcuno ci attacchi… Jago, mi dispiace per te. Jafar è perso nei suoi inutili viaggi mentali. Tieni un biscotto.

Ci sarà un motivo se Jakar è chiamato da tutti Jafar, non credete?

 

Jago: SEEEEEEEEEGHE MENTALI!!!

 

As: …. DATEGLI ALTRI BISCOTTI!!!

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Orthega ha detto:

    Voto Jago come miglior personaggio della campagna!! XD
    -Grendell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *