Gerard, mago umano

 
For          8       DB        punta      D6 – 3
Des        12                 fendente    D6 -2
Int          15                              
Cos        12
 
Brutto aspetto (cicatrice)
Alfabeta
Status medio
Nessuna fama
 
VANTAGGI
Attitudine alla magia (1)
 
SVANTAGGI
Sfregiato (cicatrice)
Tendenza alla distrazione
Alcolismo
 
PECULIARITA’
Sorride poco, spesso fa battute sarcastiche
Beve qualunque cosa su cui riesca a mettere le mani. Non ha mai voluto smettere.
Malinconico
Non conferisce particolare importanza ai soldi
E’ molto affezionato al suo bastone
 
ABILITA’
Usare coltello                   14
Usare bastone                 12
Diplomazia                       15
Conoscenze magiche     15
Pronto soccorso              18
 
Creare il fuoco                 14
Modellare il fuoco          15
Palla di fuoco                   15
Purificare l’aria               15
Modellare l’aria               15
Camminare sull’aria      14
Percepire la verità          14
Percepire nemici             14
Percepire la vita             14
 

 

La vita di Gerard è sempre stata difficile. O almeno, è sempre stata difficile da che lui ricordi. Si è svegliato in mezzo ad una strada, sanguinante, con dei vestiti strappati addosso, e un bastone. Non aveva nessun ricordo. Nulla di nulla. E’ riuscito a strisciare fino al bordo della strada, guidato dal puro istinto di conservazione, ed è lì che è stato trovato da un giovane mercante di passaggio con la sua carovana. Si chiamava Farluan, ed era delle terre del Nord. Fu lui a dare a questo giovane il nome di Gerard. Viaggiarono insieme per due settimane, e riuscirono a legare molto più profondamente di quanto tutti si aspettassero. Era come se a Gerard non pesasse non avere un nome, una storia… sapeva solo di essere un uomo, indicativamente sui vent’anni, dotato di una mente brillante. Una profonda cicatrice solcava il viso di Gerard dal naso fino alla gola, ma egli sembrava non dargli peso, nonostante il suo aspetto ne uscisse profondamente deturpato.

Era felice.

Ma, solo alcuni giorni prima della fine del viaggio, Farluan morì, insieme a buona parte dei lavoratori e delle guardie, uccisi in un agguato notturno da dei banditi.

Gerard riuscì a salvarsi, ma qualcosa dentro di lui era come cambiato. Rifiutò l’aiuto degli altri superstiti, e andò per la sua strada. Portò solo il suo bastone con se.

Il suo sorriso si era spezzato.

Sono passati anni dal primo giorno di vita di Gerard, e ormai egli è solo l’ombra di quello che era stato insieme a Farluan. Schiacciato dal peso del suo breve passato, oppresso dal non ricordare chi sia, e marchiato dal senso di colpa di quello che avrebbe potuto fare quella notte, durante l’agguato, se solo avesse ricordato di essere un mago… Aveva dovuto scoprirlo da solo. Come ogni altra cosa che riguardava se stesso.

Il suo mondo, da quella notte, ha perso ogni tonalità, ed è diventato grigio.

Bere è diventato l’unico modo che conosce per far tornare i colori del mondo.

 

(personaggio da 100 pt)

 

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Wolfen ha detto:

    Bello! =D
    E poi sarei proprio curioso di sapere cosa è in grado di fare un mago alcolizzato che si è ubriacato pensantemente. XD

  1. 26 febbraio 2013

    […] passato un anno da quando vi abbiamo presentato Gerard per la prima volta, e in un anno di cose ne sono accadute parecchie al nostro […]

  2. 1 febbraio 2014

    […] La prima apparizione di Gerard (due anni fa)  […]

  3. 2 febbraio 2015

    […] prima apparizione di […]

  4. 3 febbraio 2016

    […] prima apparizione di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *