Dramatic pause of darkness, number two: L’Arcimago

Il tempo passa e nuovi personaggi si aggiungono al passare del tempo. Vecchi amici, fratelli dei compagni o nuove conoscenze, non importa cosa siate, ma se siete sulla strada del gruppo… Probabilmente vi andrà male.

Ma procediamo con ordine!

 

Le cose non andavano bene ad Umcard. Lysander, il principe dei ladri, ebbe un lungo brivido lungo la schiena. Era seduto a mangiare piccione arrosto con i suoi ragazzi, e l’ora di pranzo non era passata da molto tempo. La piazza grande, sotto il suo controllo come ormai tutte le rovine dell’un tempo splendente Umcard, erano sotto il suo controllo. Aveva dato ordini precisi, e tutti erano pronti a difendere l’ingresso a quello strano sotterraneo dove il suo caro amico Vladimir si era così coraggiosamente addentrato. Eppure sentiva qualcosa di diverso.

I suoi compagni e le sue guardie del corpo non erano mai state persone di molte parole o di pensieri profondi, anche se perfino loro notavano la strana amicizia che era improvvisamente spuntata tra il capo e quello strano Vladimir… Non era mai successa una cosa del genere. Comunque il loro lavoro non pretendeva che pensassero più di tanto… e poi nessuno li pagava per farlo. Quindi perché farlo troppo?

La giornata era calda e assolata, come molte delle giornate della tarda primavera, che si avvicina ad essere estate.

Improvvisamente, tutte le guardie si alzarono, ed iniziarono ad allontanarsi dal tavolo, posto in mezzo alla piazza, vicino all’ingresso del sotterraneo.

Lysander quasi si strozzò con il piccione dalla sopresa. “ggfgh— coff coff, A-HEM!!! Ma dove porca di quella cittadina pensate di andare?? Tornate qui, immedia-“ si bloccò, vedendo una figura in tonaca avanzare verso di lui. Era alto, austero, e le pieghe della sua veste arancione sembravano seguire più le sue gambe che il leggero vento della piazza.

Immediatamente, fu come se un artiglio si piantasse nel cervello di Lysander. Un graffio profondo, violento, ed estremamente doloroso. Avrebbe urlato, se avesse potuto… Ma non aveva più nessuna padronanza del suo corpo. E, lentamente, la sua coscienza si spense.

Si riprese quasi subito, ma diverso. Era pronto ad ascoltare tutto quello che un così caro amico dei suoi amici avrebbe detto.

 
L’esperienza del sotterraneo non si è conclusa bene. Grazie alle informazioni ottenute dall’elfa, prima della sua morte, un membro del Concilio dei Maghi ha raggiunto gli altri membri del gruppo, e li ha attesi al di fuori del sotterraneo.

Il bastone, un segno delle divinità dei tempi antichi, è adesso in mano a Kheratus.

Arghar, per colpa di una maledizione, è ormai un vecchio nano di circa 250 anni. La barba è ormai completamente grigia, e diverse rughe solcano la sua pelle. Nonostante tutto, è “invecchiato bene”, restando comunque un combattente temibile, e perdendo poca della forza della sua gioventù. Comunque, ha perso molti anni della sua vita, e della vita che potrà ancora vivere.

Vladimir, invece, ha avuto meno fortuna, ed è stato ridotto ad un cadavere secco e putrefatto, e portato via dallo stesso Kheratus.

Il gruppo, iniziando quella che nei SOGNI di qualcuno doveva essere una missione di salvataggio, ha fatto così conoscenza con tre nuovi acquisti, mercenari pagati indirettamente da Lysander per aiutarli nella missione.

Afrodite è la nuova elfa maga (ormai non si contano più….), che riduce leggermente il numero di incantesimi conosciuti per avere una qualche capacità da combattimento. Poca roba, ma meglio di nulla (chi può biasimarla? L’ultima volta era morta proprio per mancanza di competenze in ogni forma di combattimento non magico). Sadica al punto giusto da aprire le vene di un uomo sottomesso in mezzo alla strada.

Anatoli, fratello di Vladimir, vampiro dalla personalità multipla e dagli strani accenti. Praticamente condivide l’equipaggiamento e lo stile di battaglia del fratello, anche se è molto meno attento al sotterfugio e alla discrezione.

Ser Polidoro, un non-morto combattente, ritrovatosi scheletro senza ricordi della sua vita passata, e nemmeno delle sue capacità (o di come le ha ottenute). Si è reso conto, fino ad adesso, di essere molto fissato con il codice della cavalleria e di essere un buon combattente. Non gira mai senza un’armatura completa ed un grosso elmo, e non mostra un centimetro di pelle… letteralmente. Comunque, è letteralmente un non-morto con molta fortuna.

 

Ah, già, un’altro piccolo particolare.

Kheratus, impossessatosi del Bastone al centro della sala principale del sotterraneo, ha abbandonato la carica di Membro del Concilio, e ha sfidato e ucciso il precedente Arcimago della Gilda, autoproclamandosi dopo lo scontro Nuovo Arcimago della Gilda della Magia.

Un’inezia, vero?

 

(Prometeo, Anatoli, Ser Polidoro, Afrodite, Roland, Arghar e Olaf) 

Economia non significa aritmetica

P: Ma si, dividiamo! Allora, 1000 diviso 4 … … 200!!

Tutti: ………

P: ? che c’è?

R: hai studiato economia in due biblioteche per arrivare a dire che 1000 diviso 4 fa 200?

 

Attitudini particolari

Ser P: Mah, io in fondo sono una persona un po’ fredda…

 

Antichi proverbi

R & Arg: suvvia, ser Polidoro!! Non bevete nulla?

Ser P: Mi dispiace, ma non posso assolutamente bere nulla.

Arg: ma coraggio!! Cosa c’è di male??

Ser P: un cavaliere non dovrebbe bla bla bla bla (supercazzola)

(se beve gli esce tutta la birra dall’armatura, essendo uno scheletro, ma non vuole farsi scoprire)

Voce esterna: chi non beve in compagnia….

(il party si guarda un momento, e poi esclama ad alta voce)

Party: E’ UN NON-MORTO!!!

 

Perché, dove pensavate fosse andata?

“?? Dov’è l’elfa????”

“è andata a morire”

“ … ah, d’accordo.”

 

(questa volta l’elfa ha deciso, dopo aver letteralmente svenato un uomo in mezzo alla strada, di aggredire una giovane nobile in abito da sera… subito sotto la Grande Torre della Magia. Non soddisfatta di essere stata immediatamente scoperta, ha deciso di correre in tondo intorno ad essa)

 

PUNTI ELFA AGGIORNATI

Master                 3

Vladimir               1

 

In fondo al mar…

Ser P: io vado a cercare i tesori nel mare!

GM: ?? cosa? O.o

Ser P: ma si! Chissà le acque del porto cosa nascondono…

GM: ma poi-

Ser P: Vado!!

(ser polidoro inizia la sua ricerca… infruttuosa. Ed essendosi un po’ troppo allontanato dalla costa)

Ser P: torno indietro, ormai sarà ora.

GM: perché, tu SAI dov’è il “retro” dopo che hai passato quasi quattro ore camminando a caso in acqua fonda, dove la visibilità senza illuminazione è … nulla?

Ser P: ….. oh merda. Uso fortuna!!!!

(segue un triplo test di int (default per tornare indietro)… un triplo fallimento)

Voce esterna: in fondo al maaaaar….

 

 

Certe scene si commentano proprio da sole.

XD

A presto con altri aggiornamenti!

 

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Orthega ha detto:

    Che fregatura! Una mente giovane in un corpo vecchio!
    Vabbè farò il “finto” nano vecchio e saggio XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *