Compendio dell’avventuriero (fantasy)

Oggi vorrei fare un breve elenco di oggetti dall’utilizzo più o meno frequente, ma che puntualmente causano gravi dispiaceri al gruppo nel momento del bisogno immediato.

 

 

Pugnale (o coltello): Da me amorevolmente definito “coltello mefitico” o “coltello mefistofelico” in base alle situazioni, il suo utilizzo può salvare le chiappe in molte situazioni! Potete usarlo per tagliare corde, rovinare od incidere del legno, minacciare qualcuno, lanciarlo, colpire alle spalle (se non onorevoli) o in combattimento leale (se onorevole), tagliare (pergamena, carta, cuoio), e molti altri utilizzi! Inoltre, può essere molto facilmente nascosto (a differenza di una lama più grande).

Corda: Avere qualche metro di corda robusta (idealmente anche più corde, sia sottili che spesse) e’ sempre molto utile. Potete legare qualcuno, lasciare un segno visibile su un albero, preparare una trappola, combatterci (la corda, la catena e la cintura si usano sommariamente in maniera simile per combattere. Acrobatismo e\o un’arte marziale aiutano, ma non sono fondamentali. E provate anche ad aggiungere dei pesi alle estremità!), scalare o calarvi da diversi punti (alberi, pareti, edifici, ecc…), e altro ancora!

Torcia (o lanterne): Il vero avventuriero non sa mai quando il buio lo coglierà di sorpresa. Meglio essere pronti ed avere una torcia (o più) dietro, se non delle lanterne (usualmente ad olio). Indubbiamente la lanterna ha un corrispettivo di peso / ore di illuminazione estremamente più favorevole della torcia media, ma ricordate che una torcia accesa si può usare in combattimento come un bastone infuocato!

Acciarino (o pietra focaia): Se no il fuoco come lo accendete?

Pergamene, carta e inchiostri: Spesso capita di dover annotare qualcosa, come nomi, avvenimenti, date, fatti, piuttosto che l’ordine in cui vanno tirate le leve 2 livelli del dungeon sotto di voi. (xD) Inoltre possono servire per fare mappe, mandare messaggi, scrivere delle lettere, falsificare documenti, fare copie di documenti, ecc.. E’ sottinteso che per fare ciò serve una minima competenza nella lingua scritta (idealmente più di una) e avere dietro inchiostri e piume \ penne con cui scrivere. Tenete anche conto che spesso sarete voi (giocatori) ad annotarvi informazioni sulla vostra avventura. Può essere carino far si che non siate voi a prendere appunti, ma i vostri personaggi, in taverna, che fanno la sintesi della giornata in una sorta di diario, o su fogli sparsi di appunti.

Fischietto: E’ vero che con il giusto incantesimo si potrebbe fare anche meglio, ma per tutti coloro che non siano maghi, o che vogliano risparmiare incantesimi (D&D e simili) o risparmiare le forze (GURPS e simili) un fischietto e’ un rapido modo per lanciare un segnale ai propri alleati.

Mappa: La mappa della regione, dello stato, del mondo, o della porzione di territorio che vi interessa. Utilissima per orientarsi e per capire a cosa si riferisca il mercante che dice “Vorrei essere scortato da Hod a Kazas!, vi pagherò 200 monete a testa” (e’ una miseria, un buon affare o un affare superlativo di cui sospettare e/o approfittare?).

Bussola: Spesso le mappe, soprattutto quelle piccole, riescono ad essere orientate grazie a diversi punti di riferimento, e un costoso oggetto come una bussola non e’ necessario. Ma nella nebbia, nell’oscurità, o in qualunque posto dove punti di riferimento e\o mappe siano mancanti, sarà questo costoso strumento a salvare le vostre chiappe avventurose. xD Un investimento per la vita!

Gesso: Nella vita di tutti i giorni si vive benissimo senza, ma grazie a questo piccolissimo accorgimento ostacoli come labirinti, città in rovina, sotterranei e simili (posti in cui ci si possa perdere per mancanza di riferimenti o di conoscenza dell’ambiente) diventeranno improvvisamente molto più facili. Potete infatti usarlo per segnare qualcosa per terra o su una parete (tipicamente una freccia nella direzione che si intende prendere). ATTENZIONE: ricordate sempre che i personaggi non sono (normalmente) gli unici esseri intelligenti in un dungeon, e nemmeno nel mondo. Come il gesso lo usate voi, possono usarlo anche altri, o modificare / cancellare il vostro. Incantesimi? simboli speciali complessi? Ai Pg la scelta di come affrontare la sfida. xP

Kit di Pronto Soccorso: Emorragie, contusioni, lividi, fratture, e molte altre alterazioni fisiche, più o meno gravi. Vale SEMPRE la pena di fare un tentativo di Pronto Soccorso per sistemare i danni, o ridurli in attesa di una cura più efficace (magari magica, o divina). Questa e’ LETTERALMENTE una spesa per la vita (la vostra). E cosa c’e’ di meglio per farlo (ovviamente posto che si abbiano le capacità e le conoscenze sul pronto soccorso) che una grossa borsa piena di bende, pomate, legacci, aghi, fili di sutura, impacchi di romice e altro ancora?

Pozioni, unguenti, pergamene con incantesimi curativi: Probabilmente il meglio a cui possiate fare riferimento in mancanza di un curatore (che usi la magia o le benedizioni di una divinità). Il problema, questa volta serio, e’ il costo, visto che unguenti, pozioni, incantesimi od altri oggetti di questo tipo hanno sempre un costo, e usualmente NON indifferente. Ovviamente, e’ ai singoli giocatori che resta la scelta di come gestire il loro denaro, e quindi devono essere loro a decidere se prendere oggetti del genere e in che quantità.

Specchio (piccolo): Uno specchio può sempre essere utile per guardare qualcosa indirettamente, non esporsi dagli angoli, controllare il proprio aspetto (certe volte sarà vanità, certe volte necessità), accendere il fuoco, fare segnali luminosi, e soprattutto INDISPETTIRE l’enorme Minotauro dalla scarsa intelligenza che vi segue, raccontandogli che in realtà è una fatina che gli sta saltellando dentro gli occhi. XD

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *