Cavalier Cipolla

Un uomo dall’aspetto di un bambino. Un uomo dall’altezza di un bambino. Un uomo vestito di giallo, verde, azzurro, arancione, rosso, e tutto quanto di più sgargiante possa esistere. Colui che non porta un cappello con una piuma, ma un numero enorme di piume con attaccato sotto (da qualche parte) un cappello. L’uomo che brandisce una spada, e che si ritrova a discutere insieme a “messer stocco”. L’uomo dall’ego così ALTO (e anche se sembra non è un gioco di parole!) da cancellare l’ego degli altri personaggi.

La partita è durata una sola sessione, ma tutti ci ricorderemo sempre di LUI.

Cavalier Cipolla

Cavalier Cipolla

Inizio subito spiegando la situazione della “cancellazione”. Il gruppo era composto da un ladro, un chierico, un guerriero, e “Cavalier Cipolla”. Ora, non è un caso che lui sia stato l’unico nominato. Gli altri è come se ormai non esistessero più.

Il ladro era un giovane uomo praticamente senza equipaggiamento, povero ma piuttosto abile… scomparso nel nulla.

Il chierico era un seguace dell’inquisizione dedito all’intrigo… Somparso nel nulla.

Il guerriero era di poche parole, e dato che quelle poche parole sono sempre state “Ho uno stocco!” (in genere rivolte come minaccia a qualcuno) è rimasto un’eco del personaggio sotto la forma di “messer stocco”.

Ci ha cancellati, annichiliti, sovrastati. Ho persino dimenticato il nome del mio personaggio (il chierico), ma ricordo benissimo il suo, i suoi vestiti, il suo modo di fare, di parlare… e la sua storia!

Una storia ricca di ascendenti politici, infatti il titolo di cavaliere è stato ottenuto dai suoi progenitori e tramandato nella sua famiglia. Egli è conosciuto e rispettato da tutti (ma preso in giro dai compagni di party per il vestito XD), e talvolta ottiene anche un certo potere “ufficioso” grazie ad una parentela relativamente vicina con un Granduca. Persona onesta, leale, onorevole, e talvolta con qualche comportamento un po’ infantile (cosa che aumentava le battute intorno al tavolo da gioco XD).

Il “Cavalier Cipolla” originale – FFIII

Un personaggio molto più complesso di come si era apparentemente presentato, e che personalmente ho molto apprezzato. Secondo me, per quelli che lo hanno conosciuto, è anche un esempio da prendere come personaggio vissuto. Perché, a mio parere, è stato indubbiamente uno dei personaggi meglio vissuti ed interpretati dal giocatore che lo ha portato nella partita. Vissuto al tavolo, davanti a tutti. In maniera MOLTO onomatopeica (come sempre? XDXD) ma quello è un discorso a parte… XD

Tra parentesi, i più informati si saranno accorti da soli che è un personaggio liberamente ispirato a Final Fantasy III…

E qui mi collego ad un articolo passato. C’è qualche problema ad ispirarsi od usare background che ci piacciono presi da qualche parte? Secondo me, no. ^^

A presto!

 

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Harujion ha detto:

    Ma infatti ero lì che dicevo: “Ma…l’onion knight…è di FFIII se non ricordo male…pixel più pixel meno…mi sbaglierò” XD

  2. ThePreserver ha detto:

    Non conosco il personaggio. Da quel che capisco comunque il giocatore ha anche messo del suo nell’interpretazione e, pertanto, fondendo l’idea base presa da FF III con le idee in evoluzione del giocatore, il risultato deve essere stato davvero scoppiettante!
    Concept base buono + evoluzione buona = gioco buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *