Herion, Inquisitore

Ambientazione fantasy, sistema sperimentale D20, e un nuovo personaggio, dal passato più dubbio e meno definito di quelli che ho presentato fino ad ora.

Padre Herion, Inquisitore.

Herion era un ecclesiasta dalla veneranda età e dalla fede e coscienza sincere. La sua convinzione riguardo tutto ciò che è giusto e la sua fede verso l’ordine e la giustizia, lo hanno portato ad essere estremamente inflessibile e severo. Ma mai la sua severità è stata causa di ingiustizia, e forse proprio questo ha spaventato (occasionalmente) i suoi confratelli. O forse è meglio dire stupito, più che spaventato, dato che Herion è entrato a far parte dell’ordine inquisitoriale solo da adulto (aveva anche un figlio, non si conosce la madre). E non solo ne aveva scalato la gerarchia, ma aveva anche ottenuto una carica di pieno rispetto e prestigio, ovvero il titolo di Inquisitore. Sebbene il corpo non fosse più al pieno delle forze (il suo occhio destro porta i segni dello scontro con un demone superiore), egli continuava imperterrito la sua missione, alla ricerca della malvagità insita nel mondo, e di una via per epurarla salvando i suoi abitanti innocenti. Alcuni mormorano che il suo comportamento fosse una sorta di ricerca della redenzione per il passato… Ma se così fosse, perché mai lo avrebbe cercato all’interno dell’ordine inquisitoriale? E che cosa lo aveva spinto a fare tutto ciò?

Lascio ai miei giocatori l’ardua sentenza, con due piccoli indizi. Il primo è che Herion è da molti anni morto (di vecchiaia). Il secondo è che il figlio si chiamava quasi come lui. Si chiamava Heron.

Alla prossima! ^^

 

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Cary ha detto:

    che cos’è, uno spoiler?? *prende appunti furiosamente*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *