Proposte di GdR, in base alla dimensione del gruppo (II)

 

 

[collegamento alla prima parte, pubblicata la settimana scorsa]

 

 


 

 

Avete appena iniziato a giocare di ruolo, o magari siete giocatori incalliti che vogliono provare qualcosa di nuovo.
Pensate allora al vostro gruppo, e vi rendete subito conto che una funzione random restituirebbe risultati più stabili.

 

Che fare?

 

 

Beh, il qui presente Orthega non ha La Soluzione, ma  una piccola e personale proposta:
considerare direttamente nella scelta del sistema proprio il numero dei Giocatori.

 

Mini-disclaimer:
I giochi e le motivazioni proposte sono a mia opinione validi solo se si considerano “One-shot”, ovvero partite della durata di una singola sessione. Se avete già in mente di organizzare una partita più lunga, allora consiglio semplicemente di scegliere tutti insieme il gioco da utilizzare.

Inoltre, non è mia intenzione sostenere che le combinazioni “GdR-numero Giocatori” da me proposte siano in assoluto migliori di altre, anzi in alcuni casi lo stesso stile di gioco su cui il sistema proposto si basa potrebbe non essere ciò che cercate.

Riassumendo, questo articolo vuole essere una condivisione di opinioni, ed una semplice scusa per parlare di GdR che mi sono piaciuti.
Come sempre, insomma. 😆

– Davide

 


4 Giocatori


— Dungeons&Dragons

Il GdR più conosciuto e giocato fra gli appassionati dell’hobby, rispecchia perfettamente la definizione di Fantasy Epico: personaggi (ed avversari) con crescite esponenziali, in un mondo ricco di magia ed in grado di raggiungere vette di potere smisuratese si sopravvive abbastanza, s’intende😛

Nello specifico, il regolamento dell’edizione attuale (la Quinta, la 5e) è stato strutturato considerando facilità di lettura ed utilizzo. Questo, insieme alla spinta della casa produttrice su partite dimostrative (in fiere o negozi specializzati), lo rende estremamente approcciabile dalla nuova utenza.

Proposto per quattro Giocatori perché il gioco stesso propone (e basa il proprio bilanciamento base su) un gruppo di quattro personaggi, nello specifico Guerriero, Chierico, Ladro e Mago. Che non significa essere obbligati a scegliere questi 4 ruoli, ma che la gestione di un party da quattro è guidata e comoda da gestire dal Master.

 

— L’Ultima Torcia

Cercate forse un sistema di regole molto più semplice, un approccio doloroso e disilluso alla vita da avventurieri, un mondo più oscuro e brutale, dove l’eroismo non è affatto all’ordine del giorno, ed anzi estremamente raro perché spesso fatale?

L’Ultima Torcia potrebbe fare a pezzi il vostro personaggio al caso vostro!
Dagli stessi autori di Sine Requie (ndr: riesco già a sentire molti “Ahhh, ecco!” 😆), questo Fantasy dai toni Dark venderà cara la (vostra) pelle, massacrandovi e temprandovi secondo la regola del “ciò che non uccide… ti finisce più tardi”.

Proposto per quattro Giocatori perché con un numero maggiore i toni Horror del gioco rendono molto meno, mentre in un numero minore… l’inevitabile morte di qualche personaggio porterebbe più facilmente al TPK, e di conseguenza al termine prematuro della partita. 😛

 


5 Giocatori


— Il Richiamo di Gatthulhu

Chicca, il Gatto che ha addestrato di Dikoleo!

Gatti.

La forma di vita superiore, ovviamente, che fin dall’antichità ha addestrato gli umani, già predisposti al loro naturale ruolo di servi perfetti.
Tutti gli avanzamenti tecnologici sono stati infatti spronati dai Gatti proprio per rendere la propria vita il più confortevole possibile.

C’è tuttavia qualcosa di miiialvagio, di possente, e di incomprensibile poco oltre la nostra realtà…

…o quantomeno, più dei Gatti!

Il Richiamo di Gatthulhu è un leggero quanto simpatico GdR ambientato ai giorni nostri dal principale tema comico, che vede i giocatori ciascuno nei panni di un Gatto, abile in uno specifico campo (dove si potrebbe quasi definire “Il Gatto Giusto per l’Impresa”! 😉) e in grado di fare tutto… quello che sa fare un gatto.
Non tutto però è rosa e fiori, perché grandi antichi quali il terribile Gatthulhu e altre creature pandimensionali minacciano la (comoda e tranquilla) vita di ogni gatto onesto!
Ed in questo senso, il rapido passaggio da un’atmosfera divertente e rilassata ad Intimo Orrore è un altro punto discretamente carino ed interessante.

Proposto per cinque Giocatori per il tema e perché semplicità e rapidità del sistema permettono di mantenere ogni sessione snella, nonostante l’alto numero di giocatori e le conseguenti difficoltà di gestione da parte del Master.

 

— PARANOIA

Buogiorno compagn- *BLAM!*

Buongiorno, cittadini, sono Orthega_02 e sono qui per parlarvi del Computer, e delle pericolosissime situazioni in cui vi- *BLAM!*

Buongiorno com…cittadini, sono Orthega_03, ed oggi parlerò dell’unico vostro vero amico, il Computer, e dei semplici problemi di routine di cui la vostra squadra si occuperà per suo conto.
Innanzitutto, non preoccupatevi dei vostri precedenti cloni: erano chiaramente dei comunisti, traditori del complesso Alpha e del Computer!
Sono stati giustamente giustiziati, e anche se voi ricordate tutto, siete nuovi, quindi a posto!

Cosa dovete fare? Beh qui dentro non funziona nient- *BLAM!*

Qui Orthega_04, come dicevo, tutto funziona che è una MERAVIGLIA!
Non c’è alcun motivo di allarmarsi… 😥  *BLAM!*

Sono proprio io, Orthega_05!
Ah ecco, ricordatevi sempre di SORRIDERE, ovviamente! 😀

Solo i soldati sono autorizzati a non sorridere (anzi, devono essere sempre arrabbiati), ma voi non siete traditori (…vero??), quindi di loro non dovete preoccuparvi. Forse.
Hmm? Qual’è lo scopo del gioco?

…no Computer non l’ho detto io, loro han detto che sei un gioco.
No non ti sto contraddicendo Computer io, –NO non volevo smettere di sorrid- ASPETTA ci sono solo 5 cloni di una persona, se mi spari adesso nessuno potrà spiegare ai lettori il gioc- *BLAM*

 

 

>>Incoming_Message>> %Missione proposta per cinque Cittadini.

 


6+ Giocatori


Ok ok, capisco che volete giocare ma per me così siete troppi!

I gruppi da 6 o 7 (di più non è considerato nemmeno dalle regole ufficiali di Lega della folle Wizards of the Coast!) sono estremamente difficili da gestire, per quanto mi riguarda principalmente perché non sono certo di poter dare ad ogni giocatore il proprio spazio all’interno della partita.

Questo non significa che gruppi del genere (ndr: o anche più grandi…?) non siano possibili, solo che personalmente non mi trovo bene a masterare una partita con così tanti giocatori.
Di conseguenza preferisco non consigliarvi niente per evitare di prendere gigantesche cantonate.

Quello però che vi suggerisco, se avete intenzione di giocare in un gruppo di queste dimensioni, è di chiedere direttamente a Lherian.
Lui di esperienze come Master con questo numero di persone ne ha avute eccome, quindi nel caso non esitate a fare domande! 🙂

 


 

 

Abbiamo finito direi.

Un saluto, e come sempre, alla prossima!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.