Il Creatore, e le Otto Parti che sono Una

 

Qualunque tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia.

Terza legge di Clarke

 

Un tempo v’era solo il Nulla.

 

Giunse quindi il Creatore, avvolto nella Sua eterna magnificenza.

Egli osservò il Nulla, e aspettò.

Nella Sua immensa saggezza, riuscì a vedere oltre.
Vide ognuno di noi, e vide questo nostro mondo.

Vide la potenzialità del Tutto.

Tuttavia, in questo stato, il Nulla era e sarebbe sempre rimasto Nulla.
Ciò, il
Creatore non avrebbe mai permesso.

Egli, nella Sua immensa misericordia, donò per noi la cosa più preziosa: Se Stesso.

Unito al Creatore, il Nulla divenne il Tutto.

 

 

E ciò noi conosciamo con assoluta certezza, perché Lui è ogni cosa che esiste su questo mondo.
La Sua Presenza è nel Tutto, in Otto Parti che sono Una.

8 sono le Parti della Presenza.
Scriviamo
8, per rappresentare ciò che ci divide.

∞ è il nostro Creatore.
Scriviamo ∞, per rappresentare ciò che ci unisce.

 


 

Le statue del Creatore si possono trovare ovunque nel mondo civilizzato.

Egli è comunemente rappresentato come una figura dall’aspetto umanoide, ma avente tratti solo accennati in modo da non indicare una specifica razza o sesso.
Unica differenza che Lo distingue da noi mortali sono le Otto Braccia, ciascuna avente una precisa posizione della relativa mano per rappresentare una specifica parte della Sua Presenza, e ovviamente il rispettivo Gesto del Potere.

Ogni singola Parte della Sua Presenza possiede anche uno specifico Nome.
Questo nome è stato approssimativamente tradotto in una parola della lingua comune, per renderlo più facilmente comprensibile anche a chi non possiede una formazione accademica in Teologia.

 

Raffigurate sulle quattro braccia a sinistra della statua abbiamo, dall’alto verso il basso,

 

 

Dalani, la Comprensione.

Il suo simbolo è la mano chiusa con il dorso rivolto verso l’esterno, indice e medio distesi a toccare la fronte.

Dalani è il desiderio del Creatore di conoscere e vedere oltre l’apparenza.
Esso rappresenta l’eterna ricerca del sapere, e l’importanza di ragionare e comprendere la situazione prima di agire.
La gente comune invoca il nome di Dalani quando cerca di ricordare qualcosa d’importante, o quando vorrebbe rimanere razionale.

Si dice che gli Iniziati di Dalani imparino innanzitutto a vedere oltre il mondano attraverso la preghiera Visione dell’Anima, per meglio comprendere e studiare ciò che ci circonda.

 

Hagra, la Vigilanza.

Il suo simbolo è la mano aperta, alzata e con il palmo rivolto verso l’esterno.

Hagra è il desiderio del Creatore di dare tutto per noi.
Esso rappresenta la protezione e le attenzioni verso gli altri, in particolar modo alle persone a noi care o sotto la nostra responsabilità.
La gente comune invoca il nome di Hagra per chiedere protezione dalle difficoltà della vita, o per cercare la forza e il coraggio di mettere a repentaglio la propria per qualcun altro.

Si dice che gli Iniziati di Hagra imparino innanzitutto ad ignorare stanchezza e fatica attraverso la preghiera Perseveranza, per portare sempre a termine i propri compiti e doveri.

 

Sinedro, l’Armonia.

Il suo simbolo è la mano distesa, avente il pollice flesso e con il lato del mignolo rivolto verso l’esterno.

Sinedro è il desiderio del Creatore di mantenere in equilibrio il Suo creato.
Esso rappresenta il principio di causa ed effetto, e come ogni cosa ritorni al vecchio o ad un nuovo equilibrio dopo essere stata artificialmente o naturalmente perturbata.
La gente comune invoca il nome di Sinedro perché il proprio duro lavoro abbia la giusta ricompensa, o quando vorrebbe mantenere o ritrovare la calma.

Si dice che gli Iniziati di Sinedro imparino innanzitutto a rimuovere le sostanze nocive dal fisico dei mortali attraverso la preghiera Guarire Afflizione, per portare in primo luogo l’armonia nel nostro corpo.

 

Kitara, la Verità.

Il suo simbolo è la mano aperta sul cuore, con il dorso rivolto verso l’esterno.

Kitara è il desiderio del Creatore di plasmare la realtà univoca in cui viviamo.
Esso rappresenta la sincerità e l’onestà delle proprie azioni, e definisce ciò che veramente esiste da ciò che è mera illusione o frutto di menzogne.
La gente comune invoca il nome di Kitara per dare peso ad una promessa, o quando sostiene di non stare raccontando falsità.

Si dice che gli Iniziati di Kitara imparino innanzitutto a parlare e comprendere tutte le lingue attraverso la preghiera Parola Universale, per essere il più trasparenti possibile ed evitare di fraintendere le parole altrui.

 

Le altre quattro parti della Presenza sono si conosciute e rispettate, ma viste con paura e timore dalla maggior parte della popolazione se apertamente professate.

 

Raffigurate sulle quattro braccia a destra della statua abbiamo, sempre dall’alto verso il basso,

 

 

Urugh, l’Istinto.

Il suo simbolo è la mano aperta che imita un artiglio, con il palmo rivolto verso l’interno a coprire un occhio.

Urugh è il desiderio del Creatore di seguire le proprie emozioni.
Esso rappresenta la nostra parte inconscia, ed il primordiale timore di tutto ciò che sentiamo e proviamo senza riuscire a razionalizzarne il perché.
La gente comune invoca il nome di Urugh dopo aver agito senza pensare in balia di emozioni forti, o quando una persona non rispetta le regole di comportamento o sembra proprio uscita di senno.

Si dice che gli Iniziati di Urugh imparino innanzitutto ad obliterare temporaneamente l’intelletto, come dono e punizione insieme, attraverso la preghiera Devastazione Mentale, per liberarci dai limiti e dalle paure con cui incateniamo da soli la nostra mente.

 

Mordria, il Conflitto.

Il suo simbolo è il pugno chiuso rivolto verso l’alto, con il braccio completamente teso e leggermente in avanti.

Mordria è il desiderio del Creatore di combattere per un ideale.
Esso rappresenta la rivolta armata contro l’oppressione e il valore in combattimento, ma anche l’auto-celebrazione della guerra fine a se stessa.
La gente comune invoca il nome di Mordria mentre cerca di fare del male a qualcuno, o quando vede la violenza come unica soluzione per risolvere una situazione insostenibile.

Si dice che gli Iniziati di Mordria imparino innanzitutto ad infondere il proprio spirito combattivo nel loro tipo preferito di arma attraverso la preghiera Vera [Arma], per meglio combattere per ciò in cui credono.

 

— , la Rovina.

Il suo simbolo è… l’assenza della propria mano dominante, il moncherino mostrato sorridendo.

—, la parola che si annichilisce se viene pronunciata, è il desiderio del Creatore di ritornare integro.
Esso rappresenta la pura disperazione di chi ha perso tutto, e la certezza che un giorno il nostro mondo finirà, e ogni cosa ritornerà ad essere Lui.
Sembra che la gente comune non riesca o non voglia invocare il nome di —. Tuttavia gira la voce che questo sia perché, per sentire la chiamata della Rovina, devi prima rovinare te stesso.

Si dice che gli Iniziati di — imparino innanzitutto a restituire e condividere ferite e disgrazie attraverso la preghiera Rappresaglia, per trascinare gli altri nelle braccia della Rovina insieme a loro.

 

Vanadri, il Tradimento.

Il suo simbolo è la mano con il pollice disteso, indice e mignolo alzati, ed il palmo rivolto verso l’esterno.

Vanadri è il desiderio del Creatore di sovvertire lo stagnante ordine precedente.
Esso rappresenta la volontà di rivalsa dopo una vita di servitù, e l’inseguimento delle proprie ambizioni personali ad ogni costo.
La gente comune invoca il nome di Vanadri mentre lancia accuse di tradimento, o in quanto colpevole rimasto impunito, come ultimo gesto di scherno o vittoria verso la vittima.

Si dice che gli Iniziati di Vanadri imparino innanzitutto a rendersi più affabili e piacevoli agli occhi del prossimo attraverso la preghiera Affascinare, per conquistare più facilmente la fiducia dei propri bersagli.

 


 

 

Il Creatore è parte di tutti noi.
Siamo noi che dobbiamo scegliere che parte essere di Lui.

Zharus, Gran-Sacerdote  dell’Armonia
Runiswalde (scomparso)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.