“Spazio 3150” – Primo Contatto, Personaggi ( III )

 

Il Tecnico

 

Ci sono persone che lottano ogni giorno per arrivare alla fine del mese, sputando sudore e sangue per una paga misera in un lavoro sottopagato e pericoloso.

La sfida più impegnativa delle persone come lui?
Come affrontare la noia di avere tutto.

 

Nato in una famiglia così benestante da poter arricchirsi unicamente attraverso il lavoro altrui, era cresciuto in un ambiente confortevole e protetto.

Denaro, salute, tempo libero.

Benedetto dal fato sin dalla nascita, il ragazzo aveva tutto questo e anche di più:
un indiscutibile talento per l’Informatica.

Le sue capacità rasentavano l’incredibile.
Gli altri bambini giocavano con videogiochi e pupazzi, lui con sistemi di sicurezza e programmazione.

Il brillante se pur viziato ragazzo aveva davanti a se un futuro radioso.
Tuttavia il destino non aveva ancora finito con lui.

 

Un esame medico di routine portò alla luce una verità agghiacciante.
Il talento del ragazzo non si limitava all’Informatica: era uno Psionico.

La conseguenza di tale scoperta fu devastante: la reputazione della famiglia crollò.
Fu in questo momento che i suoi genitori agirono immediatamente per salvare la propria compagnia.

Il ragazzo fu diseredato.
Avrebbero perso il proprio promettente erede, vero, ma dopotutto potevano sempre farne un altro.

 

Fu abbandonato per la strada, senza una lacrima versata, o una parola di addio.

 

I suoi genitori l’avevano sempre trattato come trattavano tutti gli esseri umani sotto di loro: come asset, non come persona. Era diventato un problema più grosso dei vantaggi che poteva portare, e quindi si erano liberati di lui.

Ma non sarebbe finita qui.
Si sarebbe vendicato.
La E.S.P. accettava psionici, e prometteva a chiunque avesse portato risultati la possibilità di scalare la vetta e raggiungere posizioni di prestigio nella loro importante organizzazione.

Non si fidava minimamente della cosa, oramai si fidava solo di se stesso.
Tuttavia, era pur sempre un inizio.

 


 

???

 

…HMmMm

oDOrE…

..SanGuE…

 

CARNE
FRESCA

 

 

TI

 

 

VEDO

 

 


 

Il caposquadra, l’ex-soldato, il medico, il pilota ed il tecnico.

Nello spazio, nessuno li avrebbe sentiti urlare.

 

 

 “Spazio 3150″ – Primo Contatto

 

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. Mr. Mist ha detto:

    Sono curioso di sapere se nel 3150 l’eventuale affiliazione ai clan avviene ancora tramite i “vecchi metodi” o se dopo molti secoli alcune cose sono cambiate … per rimanere le stesse!

    • Orthega ha detto:

      (premessa: quanto segue è solo una piccola parte della prima stesura delle differenze fra ambientazione classica e questa variante, quindi le cose in futuro potrebbero cambiare)

      I vecchi metodi, così come la gerarchia e le regole di società della comunità, sono gli unici tollerati.
      Non che non siano state proposte alternative valide, ma più per semplice atteggiamento conservatore, o per permettere un controllo maggiore da parte degli anziani sul sangue giovane.

      Si parla poi, mai ad alta voce e vicino ad orecchie indiscrete, di studi ed esperimenti di genetica sul Sangue Vampirico: questo sembrerebbe letteralmente VIVO, una sorta di parassita simbiotico che incorpora e si nutre prima del sangue del proprio ospite, andando a sostituirlo, e poi di quello delle sue future vittime, che utilizzerà per ripristinarsi.
      E’ quindi forse il sangue stesso ad essere la Bestia, in continua lotta per il controllo sulla mente del corpo ospite? Questa entità è forse senziente??

      Ovviamente per la comunità scientifica (almeno, la parte a cui è dato conoscere l’esistenza dell’entità comunemente nota come “Vampiro”), è una teoria ridicola e piena di falle.
      Dopotutto, ciò non spiega i Poteri del Sangue. Come potrebbe questo fantomatico “parassita” donare agli individui che infesta le loro incredibili capacità?
      Se veramente fosse così, e se veramente fosse senziente… non si potrebbe considerare come un qualche tipo di creatura aliena?

      – Primo Contatto –

  2. Mr. Mist ha detto:

    La storia del sangue senziente mi ha ricordato il film “La Cosa” la scena dei campioni di sangue. Interessante, mi sono immaginato in bloodlines poco prima di schiattare che sputo il sangue in fuga da morte certa… BRRRR!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.