Domande Innocenti – Quale è il miglior Gioco di Ruolo

Per chiunque voglia andare diritto al punto, consiglio di cercare il logo di GdrTales.
– Davide

 

So a cosa stai pensando.

“Ma come mai questo pirla vuole morire?”

– Lettore dopo aver visto il titolo dell’articolo.

 

Me lo chiedo anche io in realtà.
Eppure ci sono momenti, come ad esempio quando Lherian ti “ricorda pacatamente” che avevi promesso di parlare della tua opinione sull’argomento, in cui non puoi fare a meno di farti avanti.

Quindi, mentre cammino verso il patibolo, parliamo di:

 

Qual’è il Gioco di Ruolo migliore?

 

Ora, vista la quantità di sgradevoli implicazioni ed enormi parentesi che bisognerebbe aprire, ci sono solo due tipi di persone che potrebbero porre seriamente questa domanda.

  1. Un appassionato di GdR che vorrebbe un’innocente opinione su come divertirsi ancora di più.
  2. Ed il panda sono io.

Sia che siate fra i primi o fra i secondi, è purtroppo arrivato per il qui presente Orthega il momento di lasciare andare la palla.

 

 

Lasciando un attimo da parte le battute e cercando un tono un po’ più serio, non siamo di certo i primi e non saremo nemmeno gli ultimi a rispondere a questa domanda, e nello spirito del quieto vivere e delle discussioni costruttive, vorrei premettere alcune cose.

  • Ciò che troverete in questa pagina è la mia opinione, più o meno condivisa da tutti i membri della Redazione, ma comunque principalmente la mia;
  • Questo articolo nasce con l’intenzione di essere solo un punto di vista (il nostro punto di vista), e non cerca assolutamente di imporsi come “unica vera risposta”;
  • L’articolo non ha lo spazio ne il motivo di essere un gigantesco saggio: non affronterò ogni minuscolo particolare che questa domanda può arrivare a toccare. Esso vuole essere, nel suo piccolo, un breve spunto di riflessione, o quantomeno il percorso logico che personalmente ho seguito.

Detto questo, iniziamo.

 

Risposta Breve

Il miglior GdR sarete sempre voi ed il vostro gruppo.

Non è il gioco in se a rendere speciale il GdR, sono le persone con cui giochi.
Questo vale in tutti i tipi di giochi, ma è il cavallo di battaglia di quello di Ruolo perché è una delle poche attività dove non sono i giocatori a doversi adeguare alle regole, ma quest’ultime che possono essere invece adattate alle preferenze dei giocatori.

Un buon GdR fornirà ottimi spunti e strumenti a Master e Giocatori, ma saranno passione ed aggiustamenti di quest’ultimi a renderlo vivo.

 

Risposta Intermedia

Basta una rapida ricerca online, ed ecco subito apparire liste su liste di quali siano o non siano i migliori Giochi di Ruolo per questo o quell’altro motivo.

La risposta di Google

Un’eventuale classificazione è inevitabile, dopotutto classificare è ciò che noi umani sappiamo fare meglio. Tuttavia a mio parere queste liste sono tremendamente fuorvianti, perché non rispondono alla domanda che viene posta, ma ad un’altra:
qual’è il GdR che preferisci?

La lista ottenuta tramite un sondaggio libero di Total Nerd sostiene che D&D sia meglio di Shadowrun e di Richiamo di Cthulhu, quando in realtà l’informazione che ci viene fornita è relativa alla popolarità fra l’utenza. Datemi pure del pignolo, ma vorrei far presente che parole diverse portano peso diverso, e che implicare che “maggioranza” significhi “migliore” possa portare a discreti problemi se iniziamo a considerare discorsi un po’ più seri.

Questa potrebbe sembrare un’esagerata puntigliosità, eppure vorrei sottolineare quanto “migliore” e “preferito” siano parole con significati molto diversi.
La prima ha valore assoluto, senza possibilità di appello.
La seconda invece ha valore soggettivo, implicando che esistano risposte altrettanto valide.

Quindi, per rispondere alla domanda originale, il GdR migliore in assoluto non esiste, a meno che non ci si limiti a considerare preferenze e modo di giocare di un singolo gruppo.

In questo caso, va considerato che ogni GdR ha sia punti di forza che mancanze. Non è detto però che ciò che viene reputato un punto di forza da una persona valga anche per un’altra. Sta ai singoli gruppi ed individui, e alle specifiche preferenze su come affrontare e giocare il Gioco di Ruolo, decidere.
Il miglior GdR che potrete trovare sarà quello con cui il vostro gruppo si diverte di più.

Il miglior GdR non dipende dal gioco, dipende da voi.

 

Risposta Dikoleo-repellente (Completa)

Prendendo in considerazione il paragrafo precedente, la domanda presenta un problema di fondo.

 

Se la consideriamo in senso assoluto, è una domanda inutile.
Inutile perché essendo una questione di gusti, non esiste una risposta assoluta in termini di sistema e meccaniche che possa veramente soddisfare chiunque.

Sarebbe come sostenere che la pizza sia oggettivamente meglio del minestrone (ndr: perché l’esempio culinario? Perché quando sto morendo di fame, il mio cervello trova sempre il modo di infilare del cibo nei miei discorsi😆)
Certo, magari la prima ha una ricca storia di perfezionamento, è cucinata con ingredienti di qualità e può vantare un’immensa popolarità in quasi tutto il mondo. E questo può tranquillamente essere vero per la stra-grande maggioranza delle persone. Poi arriva la persona che dice che il minestrone le ricorda quello che mangiava quando era piccolo dai suoi nonni.
Questa sua preferenza, dovuta ad un legame affettivo, è forse meno importante perché non è appoggiata da dati statistici che ne dimostrano una maggiore popolarità nel mondo? Io non credo.

 

Tuttavia la domanda rimane.
Dopotutto, se ci limitiamo a sostenere che “il GdR migliore non esiste”, stiamo sottintendendo che non vale neanche la pena di cambiare e/o provare cose nuove.

E questo ovviamente non è affatto vero.

Sarebbe come dire che… ok basta esempi culinari. 😆

Quello che voglio dire è che, se consideriamo la domanda da un punto di vista soggettivo, si trova una posizione interessante.
La risposta non è più univoca, ma dipende da noi e dalle persone con cui giochiamo. Oltretutto, non solo la stessa risposta non è valida per gruppi diversi, ma può cambiare di volta in volta nel corso del tempo e dopo nuove esperienze persino considerando un unico gruppo!

E questo tra l’altro non vale solo per le persone.

Anche il gioco stesso potrebbe essere giocato in maniera diversa (ndr: intimo orrore, conquista, sfide tattiche, intrighi e mistero, EUMATE, etc.), risultando quindi “migliore” per motivi altrettanto diversi.
E questo va benissimo!

 

E’ proprio la totale libertà di personalizzazione che rende il GdR cartaceo un’esperienza unica.

 

Pensare che esista un unico modo di giocare, e un unico metodo di valutare un GdR, è secondo me uno dei modi più sbagliati di porsi verso questo fantastico hobby.

Avere una specifica preferenza ha perfettamente senso.
Sostenere invece che questa sia la migliore preferenza in assoluto non è solo ridicolo, ma anche offensivo verso chiunque si sia seriamente sbattuto per personalizzare la suddetta esperienza in base alle volontà dei Giocatori.

Il miglior GdR sarete sempre voi ed il vostro gruppo.

Non è uno specifico gioco a rendere bello il GdR, sono le persone con cui giochi.
Questo vale in tutti i tipi di giochi, ma è il cavallo di battaglia di quello di Ruolo perché è una delle poche attività dove non sono i giocatori a doversi adeguare alle regole, ma quest’ultime che possono essere invece adattate alle preferenze dei giocatori.

 

Il miglior GdR non dipende dal gioco, dipende da voi.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Piccola precisazione finale

A noi di GdrTales piace ripetere che si inizia sempre a giocare (e non solo di ruolo!) principalmente per divertirsi.
Può però capitare che il motivo per cui ci siamo avvicinati ad un gioco si trasformi consciamente o inconsciamente in qualcos’altro. 
A volte questo cambiamento è positivo, a volte non lo è affatto, ma per fortuna quest’ultima eventualità risulta estremamente rara nel GdR.

Gruppi diversi possono appassionarsi a stili di gioco diversi (intimo orrore, conquista, sfide tattiche, intrighi e mistero, EUMATE, etc.) e quindi sviluppare idee e gusti altrettanto diversi.
E va benissimo così!

Nessun membro della redazione si permetterà mai di dire come o cosa dovete giocare. Quello che vi daremo sarà sempre e solo la nostra preferenza e la nostra opinione, ed è importante precisare e ripetere questo punto perché ne noi, ne nessun altro potrà mai sostenere che esista “un unico vero modo di giocare”.

Ogni persona ha il sacrosanto diritto di giocare (in questo caso, di ruolo) a modo suo, qualunque esso sia. L’importante ovviamente è non inficiare con il proprio comportamento il divertimento degli altri.
Il vostro scopo non deve essere insultare chi non è d’accordo con voi, ma cercare e giocare con chi lo è!

Non importa quale sistema o edizione preferiate, o in quale modo giochiate:
se piace a voi e al vostro gruppo state giocando nel modo migliore, e chiunque sostenga il contrario ha torto. E se volete provare qualcosa di nuovo, ben venga!
Sia il GdR che il proprio modo di giocare non sono qualcosa di statico, ma entrambi crescono insieme alle vostre conoscenze ed esperienza. 🙂

Quello che vogliamo dire è:
se ciò che cercate nel GdR è divertirsi in compagnia, avrete sempre la nostra approvazione, il nostro appoggio ed ovviamente, il nostro dado.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.